Quantcast

“Siamo ancora qua” Il Pd cerca il rilancio a partire dal lavoro e dalla festa

Il commissario provinciale Silvio Bisotti ha spiegato che "il Pd di Piacenza è vivo e vegeto e lo dimostra mettendo in campo una serie di eventi per affrontare alcuni temi nevralgici del territorio e propedeutici alla celebrazione del congresso provinciale"

Più informazioni su

“Siamo ancora qua”. Scomoda un mostro sacro del rock come Vasco Rossi, il segretario regionale del Partito Democratico Paolo Calvano per raccontare la parabola dei dem piacentini, ancora vivi, nonostante le utime sconfitte elettorali.

E la riscossa parte dalla festa provinciale dell’Unità, che insieme ad altre due distinte iniziative politiche (con la partecipazione del presidente della Regione Stefano Bonaccini e del portavoce nazionale Matteo Ricchetti), sono state presentate nel corso di una conferenza stampa nella sede di via Roma. 

Il tutto in vista del congresso provinciale, che dovrà celebrarsi entro il mese di ottobre, con l’obiettivo di individuare il nuovo gruppo dirigente locale.

Il commissario provinciale Silvio Bisotti ha spiegato che “il Pd di Piacenza è vivo e vegeto e lo dimostra mettendo in campo una serie di eventi per affrontare alcuni temi nevralgici del territorio e propedeutici alla celebrazione del congresso provinciale”.

“Non c’è solo la festa provinciale – ha precisato – ma anche l’intervento previsto a settembre di Matteo Richetti a Piacenza e un’iniziativa sul Patto regionale per il lavoro in calendario il 30 agosto alla Volta del Vescovo (dalle 18) con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, insieme ai rappresentanti delle categorie economiche”.

“Ho trovato grande collaborazione di dirigenti e volontari – ha aggiunto Bisotti – per l’organizzazione della festa, per questo sollecitiamo tutti i circoli ad esserci dal primo al tre settembre alla cooperativa di S. Antonio”.

“In vista del congresso provinciale – ha proseguito – abbiamo inoltre organizzato cinque appuntamenti nei circoli della provincia per avviare una discussione propedeutica al congresso, per incentivare la partecipazione e favorire un confronto schietto tra gli iscritti e i simpatizzanti.

Infine il 18 settembre interverrà Matteo Richetti a Piacenza, all’interno di una mini conferenza programmatica provinciale in grado di lanciare il congresso”.

Del capitolo festa provinciale dell’Unità, in programma alla coop di S. Antonio l’1, 2 e 3 settembre, ha parlato il consigliere comunale e referente Christian Fiazza.

“Tre giorni di festa provinciale dell’Unità per il nostro partito sono un fatto importante, dopo un po’ di scetticismo naturale siamo riusciti a dare un segnale di presenza in mezzo alla gente, anche perchè mai come quest’anno era essenziale fare la festa.

La coop di S.Antonio ci permette di sfruttare una struttura rodata. Tre i temi politici prescelti i diritti delle donne, i giovani, e la chiusura domenica con il ministro della Difesa Roberta Pinotti alle 19. Il menù della manifestazione prevede gastronomia piacentina e musica tutte le sere”.

Il segretario regionale Paolo Calvano ha sottolineato la vicinanza del partito regionale a quello piacentino: “Siamo ancora qua per parafrasare Vasco Rossi, un partito esiste nella misura in cui è in grado di resistere alle sconfitte e superare i momenti difficili.

Ringrazio Silvio Bisotti per il lavoro che sta facendo e la gestione della fase di transizione. La festa è la dimostrazione che c’è la voglia di dare un segnale alla città e al territorio piacentino. Il nostro compito a Piacenza è quello di fare un’opposizione seria ed efficace, proponendo politiche alternative.

Il congresso provinciale è una grande occasione, ma il confronto dovrà essere sulle idee, se invece si cade nella logica di contrapposizione personale e di potere, trovare la sintesi il giorno dopo è assai più complicato.

Dal giorno dopo il 29 ottobre, data delle assemblee provinciali, il partito andrà gestito in maniera unitaria per affrontare le elezioni politiche. Il Pd è una forza riformista perché propone soluzioni concrete ai problemi”.

IL PROGRAMMA DELLA FESTA PROVINCIALE

– Venerdì 1° settembre
ore 18.00: 
Francesca Puglisi (senatrice Pd) e Roberta Mori | Pagina Ufficiale(consigliera Pd Regione Emilia-Romagna) dialogano di pari opportunità . 
Modera l’incontro Nicoletta Novara di Liberta.it;

– Sabato 2 settembre
ore 18.00: 
“…e adesso? – I giovani interrogano il Pd”
Beatrice Ghetti, Stefano Capelli, Sara Lusignani, Paolo Strona e Francesco Rossi intervistati da Mauro Ferri direttore PiacenzaSera.it;

– Domenica 3 settembre: 
ore 19.00: 
“A difesa del futuro” la Ministra della difesa Roberta Pinotti intervistata da Antonella Lenti

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI DI CIRCOLO
 
Lunedì 4 settembre, ore 21.00
presso la sala polivalente (via G. B. Anguissola) – TRAVO:
Bobbio & Alta Val Trebbia, Rivergaro, Travo, Gragnano Trebbiense, Gossolengo
 
Martedì 5 settembre, ore 21.00
presso la sala al primo piano della ex circoscrizione 3 (via Martiri della Resistenza, 8) – PIACENZA:
circolo di Piacenza

Mercoledì 6 settembre, ore 21.00
presso il centro civico (via Castignoli) – VIGOLZONE:
Alta Val Nure, Ponte dell’Olio, Podenzano, Vigolzone

Giovedì 7 settembre, ore 21.00
presso la sede del circolo Pd Fiorenzuola d’Arda (via T. Rossi, 36) – FIORENZUOLA D’ARDA:
Alseno, Castell’Arquato, Fiorenzuola d’Arda, Lugagnano Val d’Arda, Morfasso, Vernasca, Carpaneto Piacentino, Gropparello, Cadeo, Pontenure, San Giorgio Piacentino, Caorso, Castelvetro Piacentino, Monticelli d’Ongina, Villanova sull’Arda, Cortemaggiore – Besenzone
 
Venerdì 8 settembre, ore 21.00
presso la sede del circolo Pd (corso G. Matteotti, 67) – CASTEL SAN GIOVANNI:
Alta Val Tidone, Castel San Giovanni, Pianello Val Tidone, Borgonovo Val Tidone, Sarmato, Rottofreno – Calendasco, Ziano Piacentino

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.