PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trespidi contro i Musei chiusi a Ferragosto, Polledri: “Scelta obbligata”

Massimo Trespidi, consigliere comunale del Gruppo Liberi, punta il dito sulla scarsa valorizzazione del patrimonio artistico piacentino, anche in vista della possibile candidatura della città a Capitale della Cultura 2020

“Prima di pensare ad aprire nuovi percorsi museali dobbiamo rendere fruibili quelli che già esistono”.

Massimo Trespidi, consigliere comunale del Gruppo Liberi, punta il dito sulla scarsa valorizzazione del patrimonio artistico piacentino, anche in vista della possibile candidatura della città a Capitale della Cultura 2020: “Rispondiamo positivamente all’invito dell’assessore Polledri a fare squadra in vista di questo importante appuntamento – dice Trespidi -, ma è inutile richiamare il brand se poi il prodotto non c’è o non lo rendiamo fruibile”. 

“Sono stato in giro – racconta – per verificare quali siano i bacini artistici, culturali e museali della nostra città aperti in questo periodo e ho dovuto constatare amaramente come siano sostanzialmente chiusi, se non per una apertura mattutina dalle 9.30 alle 12.30”.

“Renderli fruibili significa un apertura dalle 9 alle 19, come si fa da tutte le altre parti, anche nel mese di agosto e anche a Ferragosto, quando attraverso una potente campagna marketing e promozione dalle bellezze della nostra città dovremmo attirare turisti”.  

“Metteremo alla prova – conclude Trespidi – la nuova amministrazione sulle reali volontà di andare in questa direzione, e verificheremo a settembre nelle linee di mandato quale spazio e quali risorse avrà la cultura; ma soprattutto è fondamentale tenere aperto e visitabile il bello e il buono che già abbiamo”.

Chiusura di Palazzo Farnese a Ferragosto, Polledri risponde a Trespidi: “Chiusura non dovuta alla volontà dell’Amministrazione”.

 “E’ vero che domani i Musei Farnesiani rimarranno chiusi – spiega – ma il fatto non è certamente dovuto alla volontà dell’Amministrazione. Si tratta di una scelta obbligata, perché il numero dei sorveglianti delle sale della vignolesca mole, da cinque è passato a tre e avendo inoltre parzialmente esternalizzato il servizio di sorveglianza, la cooperativa Xenia ha esaurito i fondi per il pagamento degli straordinari agli addetti, in quanto l’evento su Guercino della primavera scorsa ha reso necessario un impegno finanziario di gran lunga superiore a quello degli altri anni”.

Nel ribadire che non si tratta di una scelta ma di una necessità, Polledri fa riferimento anche agli anni in cui lo stesso Trespidi ha ricoperto il ruolo di assessore alla Cultura: “Credo che anche allora – commenta – i Musei Farnesiani chiudessero in giornate come quella di Ferragosto e dovendo comunque oggi più che nei primi anni Duemila quando lo stesso Trespidi era assessore, fare di necessità virtù, penso sia meglio chiudere a Ferragosto quando la città è spettrale essendo chiuso ovunque, piuttosto che in altri periodi in cui la presenza turistica è certamente più numerosa”.      

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.