Quantcast

Val d’Arda, progetto della Bonifica per combattere la dispersione idrica foto

Partecipa ad un bando nazionale inserito in un programma mirato all’adattamento ai cambiamenti climatici, per selezionare, e finanziare, proposte progettuali

Più informazioni su

Rete irrigua in Val d’Arda: un progetto importante per combattere la dispersione idrica – La nota stampa

Il Consorzio di Bonifica di Piacenza non perde tempo rispetto alle tante necessità emerse negli ultimi mesi in materia di irrigazione, necessità delle quali si è tanto parlato in queste settimane.

E’ ormai un dato consolidato l’esigenza di rispondere ai problemi derivanti dai mutamenti climatici con interventi strutturali in grado di controllare la gestione della risorsa idrica, nel rispetto per l’ambiente, per fronteggiare così in modo programmato le fasi di siccità (alternate a fasi di gestione delle piene) che il nostro territorio intero dovrà presumibilmente affrontare anche nel futuro.

Dunque se da una parte si sta lavorando attivamente per rispondere al bisogno di immagazzinare l’acqua, con studi per nuovi invasi, dall’altra è altrettanto forte l’azione del Consorzio di Bonifica di Piacenza per evitare dispersioni (e dunque sprechi d’acqua) nella rete idrica preposta all’irrigazione.

Per rispondere al problema specifico della Val d’Arda è stato approntato un importante progetto nell’ambito del PSRN (Programma Sviluppo Rurale Nazionale) 2014-2020.

In sostanza l’Ufficio Progettazione del Consorzio di Bonifica di Piacenza, sotto la responsabilità dell’architetto Pierangelo Carbone, nell’ambito dell’Ufficio Tecnico diretto dall’ingegner Filippo Volpe, ha dato vita a un progetto esecutivo del valore di 20 milioni di euro. Di questi 20 milioni, 13 milioni e 900.000 euro saranno collocati nella base d’appalto.

Tale progetto partecipa ad un importantissimo bando nazionale, inserito in un programma mirato all’adattamento ai cambiamenti climatici, per selezionare, e finanziare, proposte progettuali. Entro settembre 2017 si conoscerà l’esito di tale percorso che ha visto la stesura del progetto esecutivo in soli 4 mesi di attività.

Di che si tratta? Un significativo e dettagliato progetto per consolidare la modernizzazione infrastrutturale e gestionale delle risorse idriche della Val d’Arda.

In pratica, se il progetto verrà approvato e messo in esecuzione si potranno eliminare le dispersioni di acqua nella rete idrica irrigua, dispersione ad oggi stimate intorno al 30-40% rispetto al totale della risorsa canalizzata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.