“Diamo radici al futuro” Venerdì a Ceci torna la festa dell’albero

Promuovere l’educazione ambientale e far conoscere alle nuove generazioni l’ambiente in cui vivono è lo scopo della 5^ edizione dell’iniziativa didattica “La festa dell’albero e della natura - Diamo Radici al Futuro”

Più informazioni su

Promuovere l’educazione ambientale e far conoscere alle nuove generazioni l’ambiente in cui vivono è lo scopo della 5^ edizione dell’iniziativa didattica “La festa dell’albero e della natura – Diamo Radici al Futuro” che si terrà in località Le Vallette di Ceci (Bobbio), in provincia di Piacenza, dalle 10.00 alle 15.00 circa di Venerdì 22 Settembre 2017.
 
L’evento (SCARICA IL PROGRAMMA) è stato presentato in Provincia, dalla Vice Presidente Patrizia Calza, Lodovico Albasi, Presidente dell’Unione Valli Trebbia e Luretta, Roberto Pasquali, Sindaco di Bobbio, Fausto Zermani Presidente del Consorzio di Bonifica, Luigi Garioni dirigente dell’Istituto Comprensivo di Bobbio con Marco Labirio della Ditta Gamma, sponsor e principale promotore dell’iniziativa.

“E’ un’iniziativa importante – sottolinea Patrizia Calza – che unisce scuola e ambiente e che ha il sostegno della Provincia. E’ necessario insegnare ai ragazzi a conoscere ed amare la bellezza dei luoghi che abbiamo il piacere di abitare e che abbiamo il dovere di rispettare”.

400 ragazzi dell’Istituto comprensivo di Bobbio e dell’Istituto Comprensivo di Rivergaro e Gossolengo saranno impegnati in diverse attività didattiche a tema ambientale: orienteering e trekking, messa a dimora di piante autoctone, attività naturalistiche guidate da esperti, caccia al tesoro e educazione ambientale.

Sono previsti inoltre due laboratori, a cura del Consorzio di Bonifica di Piacenza, uno al mattino che riguarderà la pittura e uno al pomeriggio che riguarderà il monitoraggio del territorio attraverso i droni.

“La festa dell’albero è una festa mondiale – precisa Lodovico Albasi – e ringrazio il Dott. Labirio che ci sprona a fare sempre meglio perché della valorizzazione della natura in montagna e in collina, ne beneficia anche la pianura”.

“Solitamente portiamo il territorio in laboratorio – commenta Zermani – con questa iniziativa invece, porteremo i laboratori in montagna”.

A chiudere il patron della Gamma che ha ringraziato tutte le Istituzioni impegnate nella realizzazione di questa iniziativa ricordando l’importanza del lavoro di squadra tra Enti e Privati che deve necessariamente tendere alla creazione di posti lavoro.

IL PROGRAMMA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.