Quantcast

Due incontri sulla poesia alla Passerini Landi

La biblioteca Passerini-Landi incontra la poesia con la rassegna “Per ricucire la passione”, iniziativa che rimanda alla necessità della società odierna di riscoprire la forza e il coraggio delle emozioni e degli ideali

Più informazioni su

“Per ricucire la passione”, ciclo di incontri sulla poesia alla Passerini Landi di Piacenza

La biblioteca Passerini-Landi incontra la poesia con la rassegna “Per ricucire la passione”, iniziativa che rimanda alla necessità della società odierna di riscoprire la forza e il coraggio delle emozioni e degli ideali, anche nella letteratura poetica, in programma presso la sala Augusto Balsamo e divisa in due incontri.

Il primo, giovedì 21 settembre alle ore 17, dal titolo “Il perimetro del poeta”, avrà come protagonista il poeta e promotore culturale piacentino Paolo Maurizio Bottigelli.

Il secondo, giovedì 28 settembre sempre alle ore 17, dal titolo “La duplice natura”, vedrà l’intervento della poetessa Giusy Cafari Panico. A condurre entrambi gli incontri sarà Massimo Silvotti, direttore del Piccolo Museo della Poesia di Piacenza.

Paolo Maurizio Bottigelli, nato nel 1950, poeta e già direttore artistico della manifestazione “Carovane”, collabora attualmente con la rivista di poesia svizzera “NG the journal of Winning Poetry”. I suoi libri pubblicati ad oggi sono: Epeira, Ciliegie senza nocciolo, Il suono in una mano, La bottega dove nascono gli angeli, Pallide lontananze, Prima l’autunno poi l’inverno, L’Incredibile caso del Fegato Etrusco.

Giusy Cafari Panico, nata a Piacenza nel 1968, ha pubblicato tre libri di poesie: Come la luna di giorno come la luna di notte, Moto a luogo, Dalle radici al cielo (2015) e uno di narrativa: Maschile Singolare. Vincitrice di numerosi premi letterari nazionali e internazionali e finalista, tra l’altro, al Mystfest 2011, è critico letterario, direttrice editoriale della collana di poesie “Oltre” della casa editrice Pegasus Editing, nonché direttrice artistica del Piccolo Museo della Poesia “Incolmabili fenditure” di Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.