Quantcast

Giornate Sollevamento, edizione record “In fiera servono nuovi spazi” foto

La presentazione ufficiale dell'evento si è tenuta nella mattinata del 29 settembre nella sala Ricchetti della Banca di Piacenza, alla presenza del neo amministratore delegato di Piacenza Expo Giuseppe Cavalli

Più informazioni su

Quella che inizia la prossima settimana a Piacenza Expo sarà un’edizione da record del Gis, le Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali, in programma al quartiere fieristico dal 5 al 7 ottobre.

Con 306 espositori è stato raggiunto per la prima volta il “sold out” e l’organizzatore Fabio Potestà ha posto il tema della carenza degli spazi e della neccessità di un ampliamento dell’esposizione, divenuta il più grande evento europeo del settore.

La presentazione ufficiale dell’evento si è tenuta nella mattinata del 29 settembre nella sala Ricchetti della Banca di Piacenza, alla presenza del neo amministratore unico di Piacenza Expo Giuseppe Cavalli. Che non si è sottratto alle sollecitazioni, affrontando con grande chiarezza il tema del rilancio della fiera, illustrando i proponimenti del suo mandato.

Nel suo saluto, il padrone di casa Pietro Coppelli, condirettore generale della Banca di Piacenza, ha sottolineato l’azione costante di sostegno nei confronti dell’impresa e dell’attività di Piacenza Expo da parte dell’istituto di credito piacentino: “Il Gis porterà tante aziende a Piacenza e questo è un fatto fondamentale per la nostra economia”.

“SOLD OUT” DEGLI ESPOSITORI – “Quest’anno il Gis, per la prima volta dalla sua nascita, si tiene sotto auspici positivi – afferma Fabio Potestà – perchè sono ottime le condizioni provenienti dal mercato. Dal 2009 per la prima volta tutti comparti merceologici presenti al Gis sono in crescita. Un fatto che ci ha aiutato a raggiungere il sold out e un numero record di espositori, che sono 306

Abbiamo più di 200 macchine esposte con una carrellata di veicoli che rappresentano lo status del mercato, tra carrelli elevatori, gru, piattaforme per lavori aerei, sollevatori telescopici, macchine per la movimentazione portuale e intermodale. Le ragioni per le quali abbiamo portato il Gis a Piacenza sono legate al fatto che questo è un polo logistico di grande rilevanza. Le macchine per la movimentazione dei container e i carrelli elevatori sono sempre più importanti.

Posso anticipare che avremo macchine presentate in anteprima mondiale in tutti i settori di cui parlavo prima. C’è anche da registrare un incremento delle aziende piacentine presenti, un fatto rilevante perchè Piacenza non è velocissima nel rispondere alle proposte fieristiche. Devo dire che abbiamo segnato un cambiamento”.

“Sono molto legato alla fiera di Piacenza – ha proseguito Potestà – basti ricordare che frequentai per la prima volta il Geofluid nel ’78 da studente e quindi conosco bene come si lavora. La qualità degli operatori della fiera di Piacenza è molto elevata”.

MANCANZA DI SPAZI – L’edizione del Gis di quest’anno ha comportato alcuni problemi legati alla crescita della manifestazione, abbiamo dovuto acquisire un’area aggiuntiva del parcheggio che è stata attrezzata e cablata per l’esposizione”.

“Una crescita che non è destinata ad arrestarsi – ha sottolineato Potestà – nei prossimi anni e quindi non è sbagliato prevedere un ampliamento degli spazi espositivi della vostra fiera. Anche perchè la biennalità dell’evento è un fattore importante perché in grado di generare aspettativa”.

“Il mancato sviluppo del quartiere fieristico – ha aggiunto – è anche legato alla mentalità piacentina e ad una certa carenza di fiducia nel futuro. Bisogna cambiare questo modo di vedere.

Quest’anno la risposta delle aziende piacentine è stata più positiva che nel passato ma ancora non compiutamente soddisfacente. Su questo tema occorrerà lavorare ancora”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.