Quantcast

Il nuovo comune Alta Val Tidone può nascere, il Governo non impugna la legge 

In base alla legge istitutiva, il Comune di Alta Val Tidone avrà inizio a partire dal primo gennaio 2018. Con una popolazione complessiva di circa 3.160 residenti

Più informazioni su

Via libera al nuovo comune “Alta Val Tidone”, nato dalla fusione dei comuni di Nibbiano, Caminata e Pecorara (Piacenza), anche dal Governo.

La nuova realtà amministrativa, che aveva ricevuto l’ok anche dalla maggioranza dei cittadini residenti al referendum consultivo celebrato il 28 maggio scorso, potrà nascere nel 2018.

L’esecutivo nazionale ha deciso infatti di non impugnare la legge regionale numero 13 del 18 luglio che sancisce la nascita del maxicomune. 

In base alla legge istitutiva, il Comune di Alta Val Tidone avrà inizio a partire dal primo gennaio 2018. Con una popolazione complessiva di circa 3.160 residenti, la nuova realtà amministrativa potrà contare su un contributo regionale di 107.225 euro all’anno per un decennio.

A tali risorse si aggiungono i contributi statali pari a 584.582 euro all’anno, sempre per un decennio. Complessivamente al nuovo Comune saranno erogati 6.918.070 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.