Quantcast

L’allenamento congiunto di Wixo Lpr – Rheinmain premia i tedeschi 1-3

Niente da fare sul campo del PalaBanca per il settimo allenamento congiunto che ha visto confrontarsi la Wixo LPR e l’United Volleys RheinMain, team tedesco che gioca in Bundesliga.

Più informazioni su

Piacenza – Niente da fare sul campo del PalaBanca per il settimo allenamento congiunto che ha visto confrontarsi la Wixo LPR e l’United Volleys RheinMain, team tedesco che gioca in Bundesliga.

Il risultato finale, un 1-3 che pesa sulle spalle di tutti, e che soprattutto non soddisfa le aspettative di coach Giuliani, fa rientrare in spogliatoio tutti i biancorossi con la testa bassa.

Dopo un primo set in cui a comandare sono i padroni di casa con gli ospiti che annaspano nelle difficoltà, nei successivi 3 parziali i tedeschi prendono il sopravvento e tengono a bada i biancorossi che, nonostante non sventolino mai la bandiera bianca, fanno fatica ad ingranare la marcia e a rimanere avanti agli uomini di coach Warm.

La Wixo LPR lavora bene a muro (13, 4 solo di Yosifov, contro i 9 della United Volleys) mentre deve lasciare il passo agli ospiti in ricezione (51% contro il 53%) e, soprattutto, in attacco (39% contro 50%).

Nonostante gran parte dell’allenamento sia sostenuto dalle seconde linee, anche l’ingresso nell’ultimo set di Baranowicz e Parodi non aiuta i piacentini a risollevare la situazione.

A chiudere a doppia cifra saranno Kody (14 punti di cui 1 ace e 2 muri), Hershko (13 punti di cui 1 ace e 1 muro), Yosifov (10 con il 56% in attacco, di cui 1 ace e 4 muri) e Clévenot che, appena rientrato dagli impegni con la nazionale francese, in 3 frazioni giocate mette a segno 10 punti di cui 1 ace.

Coach Giuliani affida il settimo allenamento congiunto a Cottarelli al palleggio, Kody opposto, Hershko e Clévenot in posto 4, Alletti e Yosifov al centro, Manià libero.

Avvio agevole per Piacenza che si aggiudica in un batter d’occhi il 5-1, Krick si avvicina per l’8-5 ma Clévenot mantiene il +4 (9-5). Kody (12-7) ed Hershko (14-9) lavorano spalla a spalla per lasciarsi alle spalle i tedeschi che tentano il recupero con Williams (14-10), poi un ottimo recupero di Clévenot e la conclusione di Hershko conducono Piacenza sul +5 (15-10).

Con il pallonetto di Cottarelli (19-13) ed il primo tempo di Clévenot (20-14) il parziale sembra nelle mani della Wixo LPR quando la United Volleys inizia a ricostruire partendo dal muro (20-17) fino a posizionarsi a due sole lunghezze dai padroni di casa (22-20 Escher).

Karlitzek piazza il muro su Kody del 23-22, il primo tempo di Clévenot (24-23) finisce out ma i tedeschi si chiudono da soli la porta: Williams manda out il servizio del 25-23.

Buon inizio di seconda frazione per gli uomini di Giuliani subito in vantaggio fino all’8-6 di Clévenot poi i tedeschi prendono confidenza con Aciobanitei pronto per l’aggancio del 9-9. Alletti tenta la fuga (10-9), Williams annulla e mette la freccia segnando un break di 0-3 (10-12); la Wixo LPR commette troppe imprecisioni mentre RheinMain migliora in difesa e in battuta (13-16 ace Williams) costringendo coach Giuliani a chiedere time out.

La United Volleys spinge fino al 16-18 di Steuerwald quando Hershko mette a segno prima la parallela offerta dal palleggio dalla seconda linea di Giuliani (18-19) e poi il muro del 19-20. L’errore in battuta di Piacenza (19-21) fornisce il cambio palla agli ospiti che, con il muro di Karlitzek (19-22) e l’attacco di Williams (19-23), bloccano la Wixo LPR che deve cedere il secondo set agli ospiti a causa di un muro out (20-25).

RheinMain trova subito il vantaggio nel terzo parziale: Bauer (3-5) apre la strada a Karlitzek per l’ace del 4-7, Clévenot risponde con la stessa arma mettendosi in scia (ace 7-8) ma l’effettivo pareggio arriva solamente grazie al potente ace di Kody sul 10-10.

La battuta di Piacenza inizia a girare, Hershko firma l’ace del 12-11 ma il vantaggio biancorosso dura poco: i numerosi errori in battuta da entrambe le parti permettono comunque a Aciobanitei di aggiudicarsi il 14-15, Giuliani corre quindi ai ripari sostituendo Cottarelli con Baranowicz. Il muro di Kody (15-16) apre la strada per il pareggio del 17-17, Clévenot mette il turbo (19-18 e 20-19) ma, di nuovo, la battuta sbagliata di Piacenza riporta pari il parziale (20-20).

Giuliani manda in campo Parodi per Hershko ma nulla cambia: Aciobanitei mette l’ipoteca sul 21-22 ed il successivo 21-24, Williams chiude sul 22-25.

Brutta partenza di quarto set per la Wixo LPR che deve subito subito l’ace di Steuerwald sullo 0-1. Nulla gira a dovere tra le fila biancorosse così la United Volleys corre agevolmente sul 3-8. Parodi (5-9), Kody (6-9)ed  Hershko (7-12) tentano di limitare i danni ma gli ospiti mostrano una pallavolo migliore e più precisa confermata dalla parallela di Karlitzek (10-15).

La Wixo LPR non cede e punta sul recupero con Yosifov sui 9 metri (ace 14-17), Karlitzek batte però forte e Aciobanitei attacca altrettanto (14-19) lasciando a bocca asciutta i padroni di casa.

Il muro di Alletti, che arriva dopo una potente battuta di Parodi ed una splendida difesa di Giuliani, segna il 17-21 e riceve applausi, Hershko mette a terra le parallele del 18-21 e del 19-24 dando prova di non arrendersi, Alletti supporta la causa con l’ace del 21-24 e Yosifov piazza un pallonetto che vale il 22-24. Aciobanitei viene però servito con un palleggio perfetto e chiude sul 22-25.

WIXO LPR PIACENZA – UNITED VOLLEYS RHEINMAIN 1-3
(25-23, 20-25, 22-25, 22-25)

 
WIXO LPR PIACENZA: Manià (L), Parodi 1, Alletti 8, Giuliani (L), Baranowicz 2, Kody 14, Yosifov 10, Hershko 13, Clévenot 10, Cottarelli 3. NE Marshall, Fei. All. Giuliani
UNITED VOLLEYS RHEINMAIN: Steuerwald 3, Bauer 5, Aciobanitei 15, Hopt, Escher 9, Zenger (L), Krick 3, Karlitzek 18, Schwarz 2, Williams 17. NE: Karlitzek. All. Warm.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.