PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Respighi” più grande e “Leonardo” nell’Isii: ecco le nuove sedi FOTO foto

Sopralluogo nella mattina del 15 settembre, primo giorno di scuola, nelle nuove sedi di due istituti superiori di Piacenza, dopo la conclusione dei lavori finanziati dalla Provincia

Più informazioni su

Sopralluogo nella mattina del 15 settembre, primo giorno di scuola, nelle nuove sedi di due istituti superiori di Piacenza, dopo la conclusione dei lavori finanziati dalla Provincia.

Si tratta dell’I.P.S.I.A. “Leonardo Da Vinci” che si è spostato all’interno del complesso dell’Isii “Marconi” e della nuova succursale di Via Negri del Liceo “L. Respighi”, che ne ha preso il posto.

Un anno fa era arrivato dallo Stato alla Provincia di Piacenza il finanziamento di 180 mila euro per la messa in sicurezza soffitti dell’edificio ex Leonardo, successivamente i presidi si sono accordati per il trasferimento delle rispettive classi.

Questo ha reso necessario il rifacimento dei servizi igienici, la tinteggiatura delle aule e il trasloco dei laboratori. Per la seconda tranche di lavori sono stati spesi circa 100mila euro

Insieme ai dirigenti scolastici al sopralluogo era presente il presidente della Provincia Francesco Rolleri, che ha espresso la sua soddisfazione: “È con gran gioia che presentiamo i nuovi spazi del Respighi, le aule del Leonardo spostate all’Isii Marconi. E’ un intervento richiesto da tempo e concluso quest’anno grazie alle risorse messe a bilancio”. 

La preside del “Respighi” Simona Favari ringraziato l’amministrazione provinciale: “E’ un ampliamento da noi richiesto da tempo. Questa nuova sede sarà per noi la scuola del biennio, ora il liceo può rispondere alle esigenze degli studenti. Ringrazio il collega Mauro Monti per questa staffetta”. 

Il preside del “Marconi” Mauro Monti ha aggiuto: “Abbiamo avuto esigenze coincidenti, siamo riusciti a trovare un’intesa un anno fa. Noi avevamo necessità di integrare meglio i due percorsi di studio, quello professionale e quello tecnico, mentre il Respighi aveva bisogno di più spazio.

È stato un anno di intenso lavoro, spostare aule e lezioni non è facile. In una realtà come la scuola c’è necessità di promuovere un sistema scolastico nel suo complesso e questa collaborazione ne è un esempio”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.