Quantcast

Richetti (Pd) “Ius soli al Senato solo con la certezza di approvazione” foto

Un confronto a tratti informale con il portavoce della segreteria nazionale dem che ha dialogato con amministratori e miltanti del partito piacentino su alcuni dei temi di stretta attualità politica

Più informazioni su

Incontro con Matteo Richetti davanti ai dirigenti Pd di Piacenza alla Volta del Vescovo. 

Un confronto a tratti informale con il portavoce della segreteria nazionale dem che ha dialogato con amministratori e miltanti del partito piacentino su alcuni dei temi di stretta attualità politica. 

Dopo la presentazione del commissario provinciale Silvio Bisotti, Richetti ha sottolineato la necessità di organizzarsi in vista dell’imminente campagna elettorale, facendo appello all’unità del partito.

EUROPA – “Il tema dell’Europa sarà cruciale nei prossimi mesi, e se a Bruxelles hanno cominciato a discutere – ha fatto notare – di flussi migratori, di banche e di politiche fiscali comuni è anche merito del governo dei mille giorni e della spinta arrivata dal Pd. La democrazia in Europa ha bisogno di essere rafforzata attraverso un meccanismo di elezione diretta del governo. L’azione europeista deve essere uno degli elementi più espliciti della nostra campagna”.

PARTECIPAZIONE E WEB – Richetti, esperto di comunicazione, sollecitato da una domanda ha evidenziato: “La partecipazione alla politica si è trasformata tantissimo negli ultimi anni, spostandosi sul web. Non possiamo demonizzare la rete ma nemmeno ignorare la propaganda esterna e l’azione di gruppi organizzati sui temi sensibili rispetto all’opinione pubblica, come quello dell’immigrazione. Dobbiamo continuare a considerare la rete come un mezzo e non il fine, serve a mettere in relazione ma non può esaurire il rapporto con le persone”.
Il 16 settembre non è scattato il vitalizio dei deputati ma è il limite per il conteggio versamenti da 4 anni 6 mesi e un giorno. Quindi arriva l’integrazione del contributivo alla camera. Ma la storia è stata raccontata in modo assai diverso.

IUS SOLI – E sullo ius soli Richetti ha sostenuto che nel Pd non ci sono differenze e che l’obiettivo è quello di approvare il provvedimento entro la fine della legislatura. “Quando ci saranno 160 senatori a favore – ha detto – andremo in aula, perchè se andiamo al voto in Senato e poi si va sotto, il segnale che si darebbe sarebbe devastante. È un provvedimento che produce sicurezza e integrazione e per questo stiamo lavorando per avere una maggioranza. Il punto è politico, quello che serve è un’intesa possibile”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.