Quantcast

Serie C: il Piace ospita Arezzo, il Pro a Pistoia

Prova a centrare la prima vittoria stagionale il Piacenza che domenica (ore 16.30) ospita l’Arezzo in un a sfida tra due protagoniste della passata annata, terminata rispettivamente al sesto e quarto posto, ma ora alle prese con un inizio di campionato complicato.

Più informazioni su

Prova a centrare la prima vittoria stagionale il Piacenza che domenica (ore 16.30) ospita l’Arezzo in un a sfida tra due protagoniste della passata annata, terminata rispettivamente al sesto e quarto posto, ma ora alle prese con un inizio di campionato complicato.

Gli amaranto sono infatti reduci da due sconfitte interne con l’intermezzo della vittoria contro la Giana (ieri sconfitta anche dal Cuneo), mentre i biancorossi hanno finalmente mosso la classifica con il punto di Olbia.

Claudio Bellucci dovrebbe affidarsi per l’occasione ad un maggior tasso di esperienza, relegando in panchina gli under Talarico e D’Ursi partiti titolari nell’incontro perso con la Pistoiese.

Fuori per infortunio il lungodegente Cellini, oltre agli infortunati Cenetti e Yebli, i toscani dovrebbero prevedere davanti all’estremo difensore Borra la linea difensiva con Luciano, Ferrario, Muscat, per Rinaldi e Sabatino sull’out di sinistra. A centrocampo De Feudis agirà da regista, con l’ex-Piacenza Foglia ed il temibile Corradi a supporto; in avanti accanto a Moscardelli (già due reti per lui), Cutolo e Di Santo (per D’Ursi).

Due dubbi per Franzini, che riproporrà il 3-5-2, con un accento spiccatamente più offensivo rispetto a domenica scorsa. Data l’assenza di Perderzoli sarà Morosini a raccogliere le redini della regia, affiancato in mediana da Scaccabarozzi e Della Latta o Segre (convincente in Sardegna).

In avanti sicuro della conferma Zecca, in coppia probabilmente con Romero che ripartirà titolare. Pochi dubbi in difesa, dove Bertoncini si merita la conferma insieme a Di Cecco, Silva, Pergreffi e l’ex Masciangelo.

Probabili formazioni.
Piacenza (3-5-2): Fumagalli, Bertoncini, Silva, Pergreffi, Di Cecco, Segre (Della Latta), Morosini, Scaccabarozzi, Masciangelo, Zecca,  Romero (Della Latta).
Arezzo (4-3-3): Borra, Luciani (Talarico), Ferrario, Muscat, Sabatino, Foglia, De Feudis, Corradi, Cutolo, Moscardelli, Di Santo (D’Ursi).
 
PISTOIESE – PRO PIACENZA – Il Pro Piacenza viaggia alla volta di Pistoia con il carico di sicurezze scaturito dal bel pareggio con l’Alessandria (ieri travolta a domicilio dal Livorno), cercando di dare continuità alla propria classifica e alle prestazioni fin qui fornite.

La Pistoiese è reduce da due vittorie consecutive su Monza ed Arezzo e corre sull’entusiasmo ritrovato di una piazza che, con Paolo Indiani in panchina, sogna finalmente una stagione da protagonista.

Fulvio Pea è alle prese con le assenze di Calandra ed Abbate, che riducono notevolmente le alternative nella fase arretrata con Battistini che potrebbe trovare spazio dal primo minuto al centro e Beduschi spostato sulla fascia.

A centrocampo conferma per Barba-Aspas-La Vigna-Bazzoffia, mentre in avanti, accanto ad Alessandro, c’e il dubbio Mastroianni uscito malconcio nell’ultimo turno.

Gli arancioni toscani dopo la vittoria in rimonta di Arezzo proveranno a centrare uno storico tris in apertura; Indiani è abbonato al 3-5-1-1, con cui tanto ha fatto bene nel quinquennio di Pontedera: di fronte al portiere Zaccagno giostrerà probabilmente il trio composto da Priola, Nossa e Quaranta con Zullo e Rossini pronti a subentrare. In avanti scontato il duo Surraco-Ferrari (capocannoniere con tre reti), vista ancora l’indisponibilità di De Cenco. Qualche dubbio in mediana dove Mulas, Hamlili e Regoli sono sicuri del posto, mentre c’e’ il ballottaggio Luperini-Tartaglioni e Zappa-Minardi.

Probabili formazioni.
Pistoiese (3-5-1-1): Zaccagno, Priola, Nossa, Quaranta (Zullo), Mulas, Hamlili, Luperini (Tartaglione), Zappa (Minardi), Regoli, Surraco, Ferrari.
Pro Piacenza (4-4-2). Gori, Beduschi (Messina), Battisitini, Belotti, Ricci, Bazzoffia, La Vigna, Aspas, Barba, Alessandro, Mastroianni (Starita-Monni).

Giancarlo Tagliaferri
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.