Quantcast

Un parco nell’ex Manifattura Tabacchi “Nuova convenzione entro dicembre”

La pratica non dovrà tornare in consiglio comunale. "Volumetrie e superfici non sono state cambiate". 

Più informazioni su

Piacenza – Un parco all’interno dell’ex Manifattura Tabacchi, realizzato con verde attrezzato e fruibile dalla cittadinanza durante il giorno. E’ questa una delle novità contenute nella delibera presentata dall’assessore all’Urbanistica Erika Opizzi durante l’ultima seduta di Giunta. La pratica dell’ex Manifattura Tabacchi esce da una luga fase di stallo, conclusasi con un’operazione di restyling del progetto originario messa in atto in questi ultimi mesi. Modifiche che non comportano modifiche a superfici e volumetrie previste nel primo progetto e che quindi non necessitano di un passaggio in consiglio comunale, ma solo del via libera arrivato dalla Giunta. 

“E’ una pratica ereditata dall’amministrazione precedente. Il lunedì successivo al nostro insediamento – spiega l’assessore Erika Opizzi – la commissione Qualità Architettonica e Paesaggio, alla quale ho partecipato, ha presentato il progetto, al quale sono state apportate alcune modifiche migliorative. Quella più rilevante risulta essere la creazione di un parco, tra l’area commerciale e quella residenziale, recintato e quindi fruibile dall’intera cittadinanza durante il giorno e chiuso di notte per evitare spiacevoli episodi, con verde attrezzato. Il parco servirà anche a dare maggiore respiro a tutta l’area, così come le modifiche apportate alla parte residenziale che, pur senza modificare superfici e volumetrie complessive, ora si presenta in maniera meno impattante”. 

Proprio sul residenziale realizzato nell’ex Manifattura Trabacchi troverà spazio un importante progetto di social housing, ricorda l’assessore, dedicata a giovani coppie e a chi non può permettersi alloggi a libero mercato e al tempo stesso resta escluso dalle graduatorie dell’edilizia popolare. “E’ un bell’esperimento – dice Opizzi – con affitti calmierati e riscatto finale dell’appartamento”. 

Un passo fondamentale per consentire finalmente alla pratica di mettersi in marcia figura la convenzione che, entro l’anno, l’amministrazione dovrà stipulare con gli altri soggetti coinvolti: Conad, che realizzerà l’area commerciale, la società immobiliare Quadrifoglio ora in liquidazione e partecipata dalla Cassa Depositi e Prestiti, che le subentrerà. “Prioritario sarà – conclude l’assessore – l’accordo per le opere di bonifica necessarie, propedeutiche alla realizzazione del progetto”. 

Tra le altre novità contenute nel piano rivisto figura anche la realizzazione di una nuova viabilità (in carico a Conad)  all’interno del comparto delimitato da via Raffalda e via Montebello, con pista ciclabile e posa di alberature a alto fusto lungo il lato di via Montebello. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.