Quantcast

Antichi Organi, sabato il concerto di Paolo Bottini a Croce Santo Spirito

Sarà accompagnato dal Coro lirico “Ponchielli/Vertova” e dal Coro “Città di Piacenza” diretto da Patrizia Bernelich

Più informazioni su

Nono appuntamento sabato prossimo 7 ottobre (ore 21) per la rassegna “Antichi Organi. Un patrimonio da salvare”, giunta quest’anno alla 30esima edizione.

La Chiesa Parrocchiale dello Spirito Santo di Croce Santo Spirito (Piacenza), vedrà esibirsi all’organo Paolo Bottini, accompagnato dal Coro lirico “Ponchielli/Vertova” e dal Coro “Città di Piacenza” diretto da Patrizia Bernelich.

Paolo BottiniMusicista cremonese nato nel 1972, dall’anno 2000 è membro della Commissione per la Musica Sacra della diocesi di Fidenza ed è stato il segretario nazionale della “Associazione Italiana Organisti di Chiesa” nel periodo 1998/2011.

Unico organista professionista nelle diocesi di Cremona e di Fidenza diplomatosi presso il “Corso di perfezionamento liturgico-musicale” della C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana) a Roma nel gennaio 2001, pone al centro dei propri interessi l’attività di organista liturgico e quella di valorizzazione del patrimonio organario, promuovendo: per conto del “Comitato Organistico Cremonese” dal 1994 al 2011 la rassegna concertistica Organi Storici Cremonesi; per conto della Diocesi di Fidenza dal 1997 al 2010 la rassegna concertistica “Pasqua sugli Organi Storici Diocesani” da egli ideata e condotta.

Dal giugno del 1986 è organista titolare dell’organo nella chiesa parrocchiale dello Spirito Santo in Croce S. Spirito di Castelvetro Piacentino (diocesi di Fidenza) con il quale nel 2008 ha inciso Messa solenne in fa maggiore per organo solo, nonché nel 2012 il  “Cantico dei Cantici”. Paolo Bottini svolge, altresì, regolare servizio festivo in qualità di organista liturgico a Cremona, Piacenza, Castelvetro Piacentino.

Tra gli incarichi liturgici, dal 1991 e per più di vent’anni, a Cremona ha ricoperto il ruolo di organista supplente al grande organo “Mascioni” (1984) della Cattedrale e di secondo organista della chiesa parrocchiale di Cristo Re.

Sempre in qualità di organista liturgico nel 2012 a Parigi ha conseguito l’abilitazione professionale all’esercizio dell’attività di organista di chiesa, superando l’apposito esame diocesano, e svolgendo regolare attività di organista di chiesa (in particolare come supplente nella chiesa della Trinité a Parigi (ove fu titolare il grande compositore Olivier Messiaen); ancora in Francia nel 2012 è stato ammesso fra i tre candidati finalisti al concorso per il posto di organista titolare della Cattedrale di Bordeaux.

In autunno 2013 è uscito presso “Bongiovanni” un c.d. interamente dedicato a trascrizioni originali di Paolo Bottini da opere di Giuseppe Verdi. In autunno 2014 è uscito per “Elegia Records” un c.d. con trascrizioni organistiche originali di Paolo Bottini di musiche pianistiche e orchestrali di Claude Debussy. Dal 1998 si occupa in maniera sistematica della figura di Federico CAUDANA (1878-1963), dal 1907 organista e maestro di cappella del Duomo di Cremona nonché celeberrimo compositore di musica vocale sacra, del quale ha svolto la completa ricognizione e la catalogazione del fondo dei manoscritti musicali conservato presso la Biblioteca Statale di Cremona (catalogo di cui sta preparando l’edizione a stampa).

E’ stato premiato nei concorsi organistici internazionali di Borca di Cadore (1997) e di Sant’Elpidio a Mare (1998), inoltre al Concorso di composizione della Comuntà Evangelica Luterana di Napoli (2007) e al Concorso di composizione liturgica della diocesi di Versailles (2012).

Dal 2004 al 2011 ha svolto regolare attività di critico musicale per conto del settimanale cremonese «La Vita Cattolica». Dal 2007 è organista e compositore dell’ensemble musico-teatrale “PerIncantamento” di Cremona diretto da Adelaide Ricci.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.