PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con ‘Tso trattoria senza oste’ si chiude il festival ‘L’altra Scena’

Appuntamento inserito nel programma “OFF” del Festival, sabato 28 ottobre alle ore 20.30 al Teatro Filodrammatici.

I Diurni e Notturni ci conducono in una buffa osteria, nella quale arrivano gli avventori e i camerieri ma l’oste è sparito, scomparso misteriosamente.

Con “TSO trattoria senza oste”, nuova creazione firmata Teatro Gioco Vita / Diurni e Notturni, si chiude a Piacenza “L’altra scena”, il Festival di teatro contemporaneo curato da Jacopo Maj e organizzato da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e Comune di Piacenza, il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e di Iren Emilia e la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita.

Appuntamento inserito nel programma “OFF” del Festival, sabato 28 ottobre alle ore 20.30 al Teatro Filodrammatici. 

Progetto e regia sono di Nicola Cavallari, con la collaborazione artistica di Michele Cafaggi. Lo spettacolo è una creazione collettiva della compagnia, con la supervisione drammaturgica e aiuto regia Debora Migliavacca Bossi. In scena Rino Bertoni, Andrea Boselli, Maria Teresa Dadomo, Pierangelo Ferrari, Massimo Maffi, Emilia Maggi, Luca Mezzadri, Elena Piastra, Ivo Pizzoni, Daria Reggiani, Graziano Regondi, Ferdinando Scaglia, Michael Tampanella, con l’amichevole partecipazione di Simone Schiavi. 

La creazione 2017 firmata Teatro Gioco Vita / Diurni e Notturni si caratterizza per un’importante novità: hanno collaborato all’allestimento gli studenti della classe 5 scenografia del Liceo Artistico “Cassinari” di Piacenza nell’ambito del progetto alternanza scuola/lavoro curato dal professor Mario Righi. 

Lo staff tecnico della produzione è composto da Alessandro Gelmini (luci e fonica), Davide Giacobbi (costumi), Sergio Bernasani (scene) e Tania Fedeli (costumi). Diversi coloro che hanno permesso, con il loro contributo e la loro collaborazione, alla realizzazione dello spettacolo: Cristian Arbasi, Vita Bagnulo, Alberto Basili Giuliana Cortini, Annalaura Guacci, Marco Martinelli, Monica Romanini, Teresa Tedesco, Paola Tosetti e in particolare il Presidente dell’Associazione Diurni e Notturni Giovanni Smerieri.

“TSO trattoria senza oste” è una coproduzione Teatro Gioco Vita, Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche – Ausl di Piacenza, Associazione Amici del Teatro Gioco Vita con il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano. 

Se nella trattoria dei Diurni e notturni non c’è l’oste, sparito misteriosamente, questo costituisce un problema! Singolari e improbabili camerieri, con una serie di comiche gag ed esprimendosi esclusivamente con il linguaggio gestuale, cercheranno allora di prendere tempo, proveranno a cucinare, offriranno solo crudità, si trasformeranno in musicisti per far passare una romantica e indimenticabile serata a una coppia di innamorati, cercheranno di convincere un cliente abituale a mettersi ai fornelli, improvviseranno duelli in stile piratesco. Insomma, faranno del loro meglio!

Tutte le convenzioni salteranno e ogni oggetto dell’osteria diventerà uno specchio su nuovi mondi.

Un’altra tappa del lavoro della compagnia teatrale formata da utenti e operatori del Dipartimento di Salute Mentale che, proseguendo l’esperienza dello scorso anno, si concentra sul lavoro corporeo e sulla privazione della parola, attingendo dal repertorio della clownerie, della giocoleria e dell’acrobatica.

Se nel 2016 con “Psicotsirk” eravamo in un circo, ora siamo in una trattoria: di qui il titolo “TSO trattoria senza oste” che parafrasa e allo stesso tempo vuole esorcizzare l’acronimo che sta per trattamento sanitario obbligatorio: questo sia per sdrammatizzare la condizione dei pazienti-attori, considerando l’ironia come arma infallibile per la lotta allo stigma, sia per sensibilizzare, divertendo, il pubblico.

“TSO trattoria senza oste”, come tutte le produzioni realizzate dai Diurni e Notturni con Teatro Gioco Vita in questi anni, è il risultato di un articolato percorso laboratoriale nel quale gli obiettivi artistici non sono mai disgiunti da quelli terapeutici: il fare teatro diventa percorso riabilitativo e accompagna gli utenti in carico al Dipartimento di Salute Mentale verso il superamento di una condizione di ritiro sociale e verso un maggior benessere condiviso.  

INFO 
I biglietti costano 10 euro (intero), 8 euro (ridotto convenzioni) e 5 euro (ridotto studenti). I posti non sono numerati. Chi ha sottoscritto un “pass l’altra scena” ha diritto alla massima riduzione sul costo del biglietto.

La prevendita è in corso alla biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9, dal martedì al venerdì ore 10-16 e sabato ore 10-13 (tel. 0523.315578, biglietteria@teatrogiocovita.it). Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona al Teatro Filodrammatici (in via Santa Franca 33) dalle ore 19.30.

PIACENZA – sabato 28 ottobre 2017
Teatro Filodrammatici – ore 20.30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.