PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Contributi economici per le spese di riscaldamento, richieste a partire dal 2 novembre

Il Servizio di Promozione Sociale del Comune di Piacenza informa che da giovedì 2 novembre, sino al 4 dicembre prossimo, è possibile richiedere il contributo economico per le spese di riscaldamento, variabile da 98,13 a 309,87 euro

Più informazioni su

Contributi economici per le spese di riscaldamento, richieste a partire dal 2 novembre 

Il Servizio di Promozione Sociale del Comune di Piacenza informa che da giovedì 2 novembre, sino al 4 dicembre prossimo, è possibile richiedere il contributo economico per le spese di riscaldamento, variabile da 98,13 a 309,87 euro.

Possono accedere al beneficio i residenti sul territorio urbano che possiedano determinati requisiti: ultra 65enni soli e senza figli con reddito mensile non superiore a 639 euro; cittadini con invalidità superiore al 67%, soli e senza figli, con un reddito mensile non superiore a 639 euro; coniugi (o conviventi), entrambi di età superiore ai 65 anni oppure con invalidità oltre il 67%, senza figli e con un mensile complessivo non superiore a 900 euro.

Possono inoltre essere ammesse al contributo le domande di residenti con le caratteristiche sopra elencate, che abbiano figli non conviventi e il cui reddito sia inferiore alla soglia minima di 501,89 euro.

La domanda di contributo economico per le spese di riscaldamento deve essere presentata alla Direzione operativa Servizi alla Persona e al Cittadino – Servizio di Promozione Sociale, con sede in via Taverna 39 a Piacenza, all’attenzione della referente Milena Lucchini, contattabile allo 0523.492720 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 13.

Occorre compilare l’apposito modulo, chiedendolo all’assistente sociale di riferimento o presso gli sportelli Informasociale di via Taverna 39 e via XXIV Maggio 26-28, allegando la fotocopia del documento di identità e del certificato di invalidità, nonché la fotocopia del Modello O Bis M per l’attestazione del reddito; in mancanza di quest’ultimo, occorre l’autocertificazione dei redditi. E’ inoltre necessario presentare l’eventuale autocertificazione con fotocopia del documento di identità dei figli, per attestazione del reddito di questi ultimi, non superiore al minimo vitale. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.