PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Verdi a Bizet, il mezzosoprano Kotlyarova agli Amici della Lirica

Domenica pomeriggio primo appuntamento del nuovo ciclo “Se potessi avere...un Mezzosoprano al mese!”

Domenica 22 ottobre 2017 alle ore 17:30 presso il Salone parrocchiale di San Sepolcro, Cantone San Nazzaro 16, gli Amici della Lirica di Piacenza, in collaborazione con il Centro Musicale Tampa Lirica, presentano il nuovo ciclo “Se potessi avere…un Mezzosoprano al mese!”.

Una serie di appuntamenti dedicati al registro vocale Mezzosoprano, e al relativo ruolo all’interno del melodramma e delle Arie da Camera, fa seguito a “Se potessi avere…un Basso al mese!”, “Se potessi avere…un Baritono al mese!” e a “Se potessi avere…un Tenore al mese!”, nell’intento di fornire gradualmente agli appassionati, e soprattutto ai neofiti, una panoramica delle differenze e dei punti chiave che delineano le caratteristiche dei diversi timbri.

Il Mezzosoprano invitato a partecipare in quest’occasione è Olha (Olga) Kotlyarova; ad accompagnarla al pianoforte il M° Elio Scaravella.

Un programma internazionale con arie tratte da “Adriana Lecouvreur” di Francesco Cilea, “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi, passando per “Samson et Dalila” di Camille Saint-Saëns, “Carmen” di Georges Bizet ed arrivare a “Khovanshchina” di Modest Mussorgsky e “Tsar’s Bride” di Nikolai Rimsky-Korsakov. E non solo.

Si ricorda che l’ingresso è gratuito e aperto alla cittadinanza e che è possibile associarsi agli Amici della Lirica durante ogni evento. La tessera Amici della Lirica di Piacenza dà inoltre diritto allo sconto Under 30 presso il Teatro Municipale di Piacenza per la Stagione Lirica e Concertistica.

Il prossimo appuntamento del ciclo “Se potessi avere…un Mezzosoprano al mese!” è in programma domenica 12 novembre alle ore 17:30, mentre giovedì 2 novembre alle ore 18, nella chiesa di Sant’Eufemia a Piacenza, verrà celebrata una Santa Messa in suffragio di tutti i defunti Amici della Lirica di Piacenza.

Olha (Olga) KotlyarovaNata in Ucraina, si è diplomata con il massimo dei voti e lode in Direzione di coro al liceo musicale e Bayan alla scuola di musica a Ternòpil, in canto al conservatorio di Salerno con Daniela Del Monaco, sempre con il massimo dei voti e lode. Si è perfezionata con Renato Bruson, Tiziano Severini, Paolo Coni e Luciana D’Intino.

Ha debuttato nel 2007 come Tosca, interpretando poi altri ruoli da protagonista: Ifigenia auf Tauris al Festival della Valle d’Itria, per As.Li.Co Nabucco (Abigaille), in altri teatri “Madama Butterfly”, “ Bohéme” (Mimì), “Suor Angelica”, riscuotendo successo di critica e pubblico. Ha debuttato con successo da mezzosoprano come Azucena nel “Trovatore”  per la Fondazione Borgatti di Cento nell 2014, rifacendola anche sull’isola d’Elba nel 2016.

Ha vinto concorsi internazionali tra i quali il Mattia Battistini, Borgatti di Cento, Belvedere di San Leucio,  Solomia Kruscelnyzka (Ucraina). Ha collaborato con direttori d’orchestra quali Tiziano Severini, Ramon Tebar, Francesco Pasqualetti, Stefano Giaroli e registi quali Oliver Kloeter, Artemio Cabassi, Silvia Collazuol.

Elio Scaravella Elio Scaravella si è diplomato in Pianoforte e Composizione al “Conservatorio Giuseppe” Verdi di Milano. Ha svolto un’intensa attività di accompagnatore collaborando con nomi prestigiosi della musica lirica (Ghena Dimitrova, Fiorenza Cossotto, Gianni Raimondi, ecc.), nonché attività didattica presso l’Accademia Verdiana di Busseto (diretta dal m° Carlo Bergonzi) e presso la Fondazione T. Coscarelli di Bilbao.

È stato accompagnatore al Concorso nazionale voci verdiane di Busseto, al Concorso internazionale “Flaviano Labò” di Piacenza e al Concorso internazionale “Mario Basiola” di Cremona. È docente di Lettura della partitura presso il Conservatorio “Giuseppe Nicolini” di Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.