PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cooperazione

Formazione per il personale di assistenza a scuola, corso in Cattolica foto

Ottanta operatori delle cooperative Unicoop, Aurora Domus ed Eureka impegnati quotidianamente con oltre 200 alunni disabili parteciperanno a 7 incontri coordinati dal Ce.Di.Sma, il centro studi e ricerche  specializzato sulla disabilità e marginalità legato all'ateneo piacentino

E’ partito mercoledì 25 ottobre presso la sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza la seconda annualità del corso di formazione per il personale educativo assistenziale delle scuole di Piacenza che opera per l’integrazione scolastica degli alunni disabili

Ottanta operatori delle cooperative Unicoop, Aurora Domus ed Eureka impegnati quotidianamente con oltre 200 alunni disabili parteciperanno a 7 incontri coordinati dal Ce.Di.Sma, il centro studi e ricerche  specializzato sulla disabilità e marginalità legato all’ateneo piacentino, per approfondire importanti tematiche legate al lavoro educativo nelle scuole. Dall’autismo, ai disturbi del comportamento fino alla pluridasibilità. Incontri, lezioni, approfondimenti e lavori di gruppo per rileggere l’esperienza professionale e arricchirla di nuovi contenuti.

Nell’incontro di apertura coordinato da Stefano Borotti, direttore di Unicoop e responsabile del servizio, hanno portato il proprio saluto agli operatori l’assessore comunale Erika Opizzi, il Dirigente del Comune di Piacenza Giuseppe Magistrali e Carmen Canevari responsabile del servizio per il Comune di Piacenza.

Il corso è stato aperto dalla Prof.ssa Elena Zanfroni, docente di Pedagogia e responsabile del Ce.Di.Sma che ha descritto le finalità del lavoro: “il lavoro si propone, partendo dai bisogni formativi emersi nello scorso anno scolastico 2016-2017, di far riflettere i partecipanti sulle possibili strategie educative da adottare con alunni con autismo, disturbi del comportamento e/o pluridisabilità”.

“E’ importante che i diversi professionisti possano acquisire informazioni chiare e precise sia in merito alle manifestazioni proprie delle problematiche degli alunni, sia in relazione agli strumenti ed alle tecniche di intervento specificamente elaborate per una presa in carico, che sia il più possibile adeguata alla persona che si trovi in tale situazione di svantaggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.