PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Livorno si accende e il Pro subisce (3-0) COMMENTO

Dopo un primo tempo senza reti, il Livorno si accende fin dai primi minuti della ripresa, mettendo subito in difficoltà gli avversari.

Più informazioni su

Livorno – Pro Piacenza (3-0)

Il COMMENTO – Al Livorno Sono bastate tre fiammate per bruciare le esili speranze del Pro Piacenza di raccogliere punti all’Armando Picchi. Il severo punteggio è maturato nella ripresa dopo un primo tempo piuttosto equilibrato dove, però, la differenza tecnica tra le due squadre era già emersa in modo evidente. D’altronde vanno ancora una volta chiariti i diversi obiettivi e, soprattutto, i diversi mezzi di cui dispongono le due squadre.

Il Livorno ha un passato illustre e prestigioso ed è casualmente in serie C, dopo aver sfiorato anche l’anno scorso la promozione. Quest’anno se avesse potuto disporre subito di Vantaggiato sarebbe probabilmente in vetta alla classifica sulla cui posizione (o molto vicina) ci arriverà col tempo. Il Pro Piacenza è il classico miracolo di squadra di quartiere che, grazie alla generosità di uno sportivo come l’imprenditore Alberto Burzoni, si trova abbastanza casualmente nel calcio d’èlite, dove cerca di restare il più possibile, ben conscio delle difficoltà e dei propri limiti.

Ciò premesso, però, occorre anche dire che certe partite potrebbe giocarle meglio. Con più determinazione, più coraggio e, soprattutto, meno errori. Con questi supporti avrebbe senz’altro reso più difficile la vita agli amaranto, specie nel primo tempo, quando i padroni di casa sembravano piuttosto sfasati. L’anemia offensiva della squadra di Pea è cosa risaputa e se a volte c’è anche un po’ di sfortuna, il limite è inseto nella formazione.

Sullo 0-2 Pea ha messo in campo i due attaccanti acquistati di recente, Abate e Musetti. Tardi perché il Livorno ha beneficiato della inconcludenza piacentina quando era in difficoltà mentre nella ripresa la superiorità dei padroni di casa si era fatta quasi imbarazzante.

A questo punto se il Pro vuole uscire dalle secche (un punto nelle ultime 4 partite), occorre che Pea ricostruisca un’altra squadra: solida, attenta e molto più offensiva.

Le prossime partite casalinghe, Pontedera e Monza, si prestano a questi mutamenti. Prima che sia troppo tardi.

Luigi Carini 

Il resoconto della partita – Dopo un primo tempo senza reti, il Livorno si accende fin dai primi minuti della ripresa, mettendo subito in difficoltà il Pro Piacenza.

Al 46’ il primo a infilare la palla in rete è Murilo Mendes, che regala per primo il vantaggio alla squadra. Solo dopo 12 minuti i toscani si fanno ancora sentire con Doumbia che afferra il raddoppio.

Pea subito dopo manda in campo Abate e Musetti, ma il Livorno avanza ancora; al 79’ Vantaggiato firma la terza rete, mettendo in “cassaforte” il risultato.

Primo tempo – Finisce senza reti il primo tempo di Livorno – Pro Piacenza. Dopo i primi 45 minuti di gioco sul campo dei toscani il risultato è fermo sullo 0 a 0.

Nonostante il òpunteggio i ragazzi di mister Pea si sono fatti più volte avanti, ma senza riuscire a concretizzare.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.