PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Infortuni sul lavoro, in 8 mesi 3200 denunce. Domenica giornata Anmil

58 in meno dello scorso anno, i morti sul lavoro, per lo stesso periodo, registrano una più concreta riduzione, passando dagli 8 del 2016 ai 4 del 2017

Più informazioni su

È all’insegna dello slogan “Cambiamo la storia” che ANMIL intende promuovere la 67ª Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro che sarà celebrata domenica 8 ottobre in tutta Italia, grazie all’attivazione delle 106 Sezioni presenti sul territorio.

Se la celebrazione nazionale quest’anno sarà ospitata dalla città di Cagliari, Piacenza è fra le città che ospiteranno manifestazioni “per sviluppare la cultura della prevenzione degli incidenti sul lavoro e aumentare la tutela delle vittime di infortuni e dei loro familiari”.

In città alle ore 9 è previsto il ritrovo alla sede Anmil in via Molineria Sant’Andrea n. 5; alle 9.30 la partenza del corteo accompagnato dalla Banda Ponchielli in direzione piazza Cavalli dove verrà deposta una corona d’alloro presso il monumento ai caduti sul lavoro.

A seguire la Santa Messa in memoria delle vittime del lavoro alla chiesa di S. Donnino in Largo Battisti e la cerimonia civile alla presenza delle autorità all’auditorium Sant’Ilario. Chiuderà la mattinata il pranzo sociale presso la trattoria “La Noce” di San Nicolò.
 
“Purtroppo – commenta Anmil -, stando agli ultimi dati Inail, la situazione resta allarmante con un andamento altalenante delle denunce sia degli infortuni che delle malattie professionali sia di quelli con esito mortale. In particolare, tra il 1° gennaio e il 31 luglio 2017 sono stati denunciati circa 380mila infortuni, con un incremento di quasi 5mila unità rispetto ai 375.000 circa dello stesso periodo dell’anno precedente”.

“La crescita degli infortuni sul lavoro risulta più consistente tra quelli cosiddetti “in occasione di lavoro”, aumentati di quasi 3.000 casi, rispetto a quelli “in itinere” (+2.000 casi circa). Ancora più preoccupante risulta l’andamento delle denunce degli infortuni mortali che dai 651 casi dei primi 8 mesi 2016 sono passati ai 682 dell’analogo periodo 2017: vale a dire 32 vittime del lavoro in più”.
 
Le denunce di infortunio sul lavoro nostro territorio registrano una lieve riduzione: “Al 31 agosto di quest’anno sono 3209, quindi 58 in meno dello scorso anno, i morti sul lavoro, per lo stesso periodo, registrano una più concreta riduzione, passando dagli 8 del 2016 ai 4 del 2017”.
 
“Questi dati, su cui si discuterà durante i lavori della cerimonia civile, destano forte preoccupazione in quanto prospettano una quasi certa ed inaspettata inversione del positivo trend storico dell’andamento infortunistico nel nostro Paese e nel nostro stesso territorio” – afferma il Presidente territoriale ANMIL Giovanni Ferrari.

“Anmil ha visto con molto interesse il seminario promosso da Confindustria Edilizia che ha riunito sul tema della sicurezza sul lavoro i quattro enti preposti al controllo e assistenza alle imprese (Inail, Ispettorato del Lavoro, Vigili del fuoco ed Azienda Ausl). Anche se il numero delle vittime del lavoro del nostro territorio sono sensibilmente diminuite nel periodo analizzato, non possiamo non dire con forza che quando si verifica un incidente mortale siamo di fronte ad una vera e propria sconfitta di tutto il sistema produttivo, con ripercussioni drammatiche per la famiglia della vittima”.

“Ci aspettiamo, dunque, in occasione di questa giornata, di poter avere un confronto con le istituzioni locali di cui auspichiamo la massima partecipazione per individuare politiche di prevenzione più efficaci insieme ad azioni di controllo e sanzionatorie più adeguate”.

“Come Associazione che ha anche il compito morale di promuovere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro – conclude Ferrari -, da anni siamo impegnati nelle scuole piacentine cosi come in quelle nazionali. Proprio nei prossimi giorni firmeremo un Protocollo d’intesa con il MIUR, nel quale verrà indicato il concreto e positivo ruolo dell’Anmil, di cui il ministero riconosce ed avalla le attività intraprese con docenti e studenti. Sarà anche l’occasione per presentare, in anteprima nazionale, il documentario del Tour Anmil per la sicurezza sul lavoro, che ha visto come protagonista il nostro piacentino Bruno Galvani”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.