PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cinema

La recensione di PcSera: ‘L’uomo di neve’

Gianmarco Groppelli ha scritto la recensione de 'L'uomo di neve', attualmente in programmazione al multisala Politeama. 

Dal romanzo del norvegese Jo Nesbø – L’uomo di neve (The Snowman) 

UK 2017

cast: Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Charlotte Gainsbourg, James D’Arcy, Toby Jones, Jakob Oftebro, Val Kilmer, Jamie Clayton, J. K. Simmons

genere: thriller-noir-giallo 

diretto da: Tomas Alfredson

durata: 125 min

Fotografia curata da Dion Beebe.

Musiche di Jonny Greenwood.

Tra i produttori esecutivi anche Martin Scorsese e lo stesso Jo Nesbø .

La trama: Bambino viene abbandonato a se stesso da un padre rude, violento. La matrigna si suicida e nella sua vita resta soltanto un pupazzo di neve…

La recensione: La pellicola di Alfredson vorrebbe essere un ispirato e solido polar ma di fatto e’ invece un “poliziesco” di serie C che non desta nè emozione nè interesse in quanto affidato a una sceneggiatura inverosimile e a protagonisti (macchiette da balera) quanto mai fuori parte, tutt’altro che convincenti. Il risultato è una accozzaglia di immagini mescolate alla bell’e meglio, condite con tutti i cliché del genere: il tutore della legge alcolista dalla scarsa vita sociale, inquadrature di soggettiva, zoom e primi piani in stile anni ’80 a profusione. 

Il nerbo narrativo è fiacco e pietosamente prevedibile, e la presenza di Val Kilmer e J. K. Simmons non bastano a salvare la baracca. La pellicola proprio non decolla lasciando lo spettatore in una vana attesa che accada qualcosa. Mette a disagio parlare di regia. 

Non tutte le trasposizioni  cartaceo/pellicola “riescono col buco”.

Giudizio yes1/2

Gianmarco Groppelli 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.