PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuova stagione e nuove collaborazioni per Traattori

I Traattori, presenti a Piacenza da 8 anni nella sede del Teatro Trieste 34, con all’attivo più di 200 spettacoli in giro per l’Italia, sono una delle compagnie più prolifiche sul territorio

Sicurezza, risate, comunicazione, spensieratezza. L’improvvisazione teatrale unisce l’esperienza teatrale al mondo improvvisativo insegnando la costruzione di storie senza copione e senza scenografia, affidandosi al gruppo per raccontare storie e personaggi sempre nuovi. Riscoprendo il gusto della risata.

I Traattori, presenti a Piacenza da 8 anni nella sede del Teatro Trieste 34, con all’attivo più di 200 spettacoli in giro per l’Italia, sono una delle compagnie più prolifiche sul territorio nazionale, dalla cui scuola sono nate già 2 compagnie di improvvisazione teatrale: “Le Vissole” e i “21 Grammi”. 

Marcello Savi, presidente e direttore artistico dell’associazione, già conosciuto al pubblico piacentino come frontman della fantomatica band moldava degli Angels Prut – finalisti ad Italia’s Got Talent – racconta: “Quest’anno abbiamo delle grosse novità.

Prima fra tutte la collaborazione con il Piacenza Jazz Club e con Gianni Azzali, il suo presidente, con il quale inizieremo il 26 Novembre un nuovo progetto artistico, “FREE”, che unirà il nostro mondo improvvisativo al mondo del jazz improvvisato. Una sorta di magia che unirà 4 musicisti jazz a 3 attori, senza sapere cosa potrà succedere sul prestigioso palco del Milestone”.

Oltre a questa collaborazione artistica di rilievo, riparte con il botto la rassegna di spettacoli “Non pensare, improvvisa!” nei vari teatri della città. Sabato 7 al Trieste 34, si inizierà con “L’Hostaria”, lo spettacolo storico della compagnia di casa, i Traattori stessi che faranno rivivere il clima di un’osteria con tanto di pane e salame a suon di gag e sketch improvvisati. Sul palco la formazione originale, con Marcello Savi, Leonardo Cagnolati, Lorenzo Taddei Morici e Andrea Tanzi.

Il 14 Ottobre sarà poi la volta di “Harold” in cui reciteranno tutti gli insegnati della scuola. Seguirà domenica 29 ottobre “Il ciclo”. Il 12 Novembre invece, dopo lo strepitoso successo dell’anno scorso, sarà la volta di “Mi piace il dialetto”, lo spettacolo nato l’anno scorso con la collaborazione con la “Familia piasinteina”. La rassegna completa è disponibile su www.traattori.it.

E per chi vuole conoscere l’improvvisazione da vicino? “Non abbiamo copioni, non abbiamo scenografie o ambientazioni sui cui fare affidamento. L’improvvisazione teatrale è l’arte di costruire storie improvvise attraverso l’unione della propria fantasia con la capacità di mettersi sempre in gioco” inizia così la presentazione dei corsi 2017/2018 dell’associazione culturale TraAttori dalla voce del presidente Marcello Savi.

Un percorso settimanale della durata di un anno che accompagnerà gli improvvisatori ad un saggio finale che metterà sul palco tutto le tecniche “all’improvviso” imparate nel corso di questi mesi.

Le lezioni per gli adulti partiranno giovedì 12  ottobre ore 21:00 presso il teatro Trieste 34 a Piacenza con una lezione gratuita aperta a tutti, mentre per i ragazzi laboratorio di improvvisazione dai 13 ai 18 anni ogni giovedì presso “La serra”, al Palazzo Ghizzoni Nasalli in Vicolo Serafini, 12.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.