“Prima colazione” sul sagrato del Duomo contro “l’Ultima cena” di Sartini FOTO foto

Non una polemica religiosa, ma la denuncia di uno scandalo artistico e culturale. ovvero la decisione della Curia di esporre in modo permanente l'Ultima cena di un pittore tardo figurativo, Ulisse Sartini: 

Una “Prima colazione”sul sagrato del Duomo di Piacenza, contro “L’ultima cena” di Sartini.

Un’originale performance ha suscitato curiosità questa mattina, domenica 1 ottobre, in piazza Duomo.

Non un’azione blasfema nell’intenzione degli organizzatori: “La nostra ‘Prima colazione’ non è affatto una polemica religiosa, ma vuole denunciare uno scandalo artistico e culturale“.

La vicenda in questione è le decisione della Curia di esporre in modo permanente l’Ultima cena di un pittore tardo figurativo, Ulisse Sartini:

“E’ un’offesa agli autentici capolavori presenti in questo monumento e alla sua grandezza architettonica. E’ un’offesa al Guercino. Qualsiasi persona che capisca minimamente di arte non può non accorgersi che la cosiddetta Ultima cena di Sartini, sia uno di quei prodotti anacronistici dal punto di vista espressivo che Mons. Tonini mette sullo stesso piano di certa televisione e cultura spazzatura. In questo quadro e’ stata usata una tecnica pittorica di 400 anni fa, ponendosi nel solco di quella pittura che non ha nulla a che fare con l’arte.”

Alcuni artisti, galleristi e intellettuali piacenitini hanno pertanto deciso di inscenare non tanto un’ultima cena, ma una Prima colazione, con tanto di pane e vino rosso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.