PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pro Piacenza, anche a Siena tanto gioco senza punti. I Top ed i Flop

La squadra ha retto in maniera quasi perfetta nella fase difensiva, contro un tridente pericoloso come quello senese il pacchetto arretrato degli ospiti è parso granitico

Più informazioni su

E’ un Pro Piacenza che esce ancora sconfitto per la terza volta in trasferta, dopo Carrara e Viterbo anche a Siena è il minimo scarto (0-1) a condannare in extremis i rossoneri.

Ma la prestazione contro la capolista è stata assolutamente convincente sotto il punto di vista del gioco e della personalità, e’ mancato solo il gol a coronare una serata positiva che lascia senza punti i ragazzi di Pea stavolta fermati dalle prodezze del portiere avversario e dalla cronica mancanza di cinismo sotto porta.

I TOP. La squadra ha retto in maniera quasi perfetta nella fase difensiva, contro un tridente pericoloso come quello senese il pacchetto arretrato degli ospiti è parso granitico. Sugli scudi soprattutto Calandra e Beduschi che hanno annullato i due uomini più pericolosi dei toscani (Guberti e Marotta) ma anche Gori ha trasmesso sicurezza facendosi trovare pronto nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa.

Migliore prestazione stagionale per La Vigna che a centrocampo ha giganteggiato sfiorando nella ripresa anche la rete del vantaggio. In generale la squadra ha retto bene l’urto dei bianconeri, prendendo ancor più coraggio nel secondo tempo quando in ben tre occasioni ha costruito le occasioni per una rete che sembrava meritata.

 Incoraggiante l’ingresso nel finale di Musetti il quale, nell’unico pallone di fatto giocato, ha mostrato già di essere in buone condizioni e di rappresentare un elemento chiave nella risoluzione dei problemi offensivi del Pro.

I FLOP. Tanto gioco creato ed occasioni costruite ma ancora una volta zero reti e zero punti;  una sola vittoria in otto gare ed una misera rete in trasferta realizzata. Questo ad oggi il bilancio dei rossoneri che dal punto di vista dei numeri è in passivo mentre in campo la squadra piace per come si dispone e per le trame che evidenziano buone qualità.

Manca clamorosamente, tuttavia, la finalizzazione di quanto progettato: Mastroianni non sa rendersi pericoloso eccetto qualche innocuo colpo di testa mentre Alessandro gira troppo largo dalla porta e distante dal suo compagno di reparto.
Tanta corsa anche per Bazzoffia che però ha sulla coscienza la clamorosa occasione sprecata nel primo tempo ed in generale una mancata concretizzazione del tante corse sulla fascia destra.

Prestazione sotto tono anche per Barba probabilmente frenato dalla rete sfiorata in apertura dal dirimpettaio Bulevardi che ha consigliato al centrocampista piacentino una condotta di gara accorta e senza guizzi offensivi.

Giancarlo Tagliaferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.