PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

510 cantine a Piacenza Expo per il Mercato dei Vini FIVI foto

 Due giorni alla scoperta di chi si occupa completamente del proprio vino, dal vitigno alla commercializzazione

Più informazioni su

Settima edizione per il Mercato dei Vini Fivi, che torna nello spazio di Piacenza Expo.

Il 25 e il 26 novembre saranno due giorni alla scoperta di chi si occupa completamente del proprio vino, dal vitigno alla commercializzazione.

L’appuntamento è stato presentato con una conferenza stampa nella sede di Confindustria. “Il Mercato dei Vini FIVI – sottolinea l’assessore Paolo Mancioppi – caratterizza, già da anni, la città di Piacenza e costituisce, orgogliosamente, un punto di attrazione per le città vicine. Bisogna far vedere che la nostra città è ricca di eccellenze importanti, per questo l’evento è così rilevante. Soprattutto perché il nostro comune si sta spingendo verso la categoria del food”.
 
La responsabile della manifestazione Alessandra Bottani commenta: “FIVI e Piacenza Expo formano una squadra ben rodata. Siamo partiti da 180 cantine e, quest’anno, siamo arrivati a 510. Solo 2 sono francesi, le altre sono tutte italiane: non c’è una regione italiana che non sia stata rappresentata.”

“Quest’anno ci siamo concentrati su quattro degustazioni guidate, suddivise tra sabato e domenica, ognuna delle quali verrà presentata direttamente da un vignaiolo. Le degustazioni, già sold out, saranno incentrate sul rapporto tra vignaioli e territorio.”
 
“L’evento – continua la Bottani – è ormai diventato un punto di riferimento per il mondo del vino a livello europeo. Negli anni scorsi, ci sono stati buyers provenienti da Norvegia, Svizzera e Germania. Ed è di ieri la richiesta di accredito proveniente da un buyer giapponese. Una manifestazione come questa meriterebbe certamente eventi collaterali, in quanto che costituirebbero una grande opportunità per tutta la comunità piacentina.”
 
Cesare Betti, direttore di Confindustria, conferma: “L’evento si inserisce in un filone che stiamo seguendo da tempo, quello del brand Piacenza, che riguarda soprattutto il settore agroalimentare. Quindi sicuramente seguiremo l’idea di eventi collaterali, per promuovere maggiormente questo filone in città.”
 
“Ciò che attira maggiormente il pubblico sono l’organizzazione e lo spazio – rimarca ”Stefano Pizzamiglio, rappresentante FIVI sul territorio – Sono rimasto conquistato dallo spirito di FIVI, che si preoccupa di portare avanti le esigenze di noi vignaioli artigiani, di valorizzare la nostra realtà. L’intenzione di FIVI, con questa manifestazione, è quella di offrire un bel servizio alle persone, che possono trovare prodotti che al mercato magari non riescono ad arrivare.”
 
Soddisfazione dell’amministratore unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli, in particolare per l’aumento di iscritti alla manifestazione: “Il Mercato del Vino è sicuramente uno dei fiori all’occhiello di Piacenza Expo che, in questo genere, resta seconda, in assoluto, rispetto a Verona (dove si tiene Vinitaly).” “Il bere insomma, non mancherà”, scherza Cavalli.
 
IL PROGRAMMA

Sabato 25 novembre alle ore 14 la verticale di Cuvée Bois Les Crêtes di Costantino Charrere, tra i fondatori della FIVI e suo primo presidente, guidata da Mario Pojer – vignaiolo in Trentino. Un percorso alla scoperta di un vino fondamentale nella storia enologica in Italia, in grado di imporre all’attenzione nazionale una viticoltura, quella valdostana, che viveva prima relegata entro i limiti dei confini regionali.

A seguire, alle ore 17 la degustazione dedicata alla Vernaccia di San Gimignano di Montenidoli, guidata da Angela Fronti – vignaiola in Toscana. Elisabetta Fagiuoli, vignaiola dell’anno per la FIVI nel 2015, racconterà il suo vino in un percorso che è quasi un viaggio dentro a se stessa.

Domenica 26 novembre alle ore 14 ci sarà la degustazione dei Prosecco Colfondo, specchio della nuova tendenza dei vini rifermentati in bottiglia, guidata da Gigi Nembrini – vignaiolo in Lombardia. I produttori di Conegliano, Valdobbiadene e Asolo racconteranno il loro legame con un vino che è una parte fondamentale di storia del loro territorio.

Sempre domenica alle ore 17 la verticale di Rocce Rosse di Ar.Pe.Pe., guidata da Christoph Künzli – vignaiolo in Piemonte – alla scoperta di un territorio difficile e impervio come la Valtellina, della viticoltura eroica e della chiavennasca (nome locale dato al nebbiolo).

Michela Piccoli

PROGRAMMA DELLE DEGUSTAZIONI

Sabato 25 novembre
– Ore 14.00  Verticale di Cuvée Bois Les Crêtes di Costantino Charrere Vini in degustazione: Cuvée Bois 2015 (vite/ sughero), 2014 (vite/sughero), 2013 (sughero), 2012 (sughero), 2008 (sughero)

– Ore 17.00 Degustazione Vernaccia Montenidoli di Elisabetta Fagiuoli Vini in degustazione: Vernaccia di San Gimignano 2012, 2002, 1997, 1994,1990

Domenica 26 novembre
– Ore 14.00 Degustazione Colfondo Vini in degustazione: Ruge 2016 Rosanatale 2016 Collavo 2016 Volpere 2016 Miotto 2016 Rive de Nadal 2016 Follador 2015 Miotto 2014 Bele Casel 2012

– Ore 17.00 Degustazione Ar.Pe.Pe. Vini in degustazione: Sassella Rocce Rosse 2009 (in anteprima), 2007, 2005, 2002, 2001, 1996

Mercato dei vini in breve:
Quando: sabato 25 e domenica 26 novembre 2017

Dove: PiacenzaExpo

Orario di apertura al pubblico: dalle 11.00 alle 19.00

Ingresso: € 15.00 comprensivo di bicchiere per degustazioni Ingresso ridotto: € 10.00 per soci AIS – FIS – FISAR – ONAV e SLOW FOOD (il socio deve mostrare tessera valida dell’anno in corso) e possessori del biglietto della manifestazione MareDivino 2017

Parcheggio: gratuito

Info utili: 500 i carrelli disponibili per gli acquisti I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.