PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Palazzo Galli domani lettere e diari dalla Grande Guerra

Il generale Eugenio Gentile illustrerà il lavoro di Adolfo Omodeo, che aveva partecipato alla Grande Guerra come ufficiale di complemento, come la quasi totalità degli oltre cento citati nel volume

A Palazzo Galli di Piacenza lettere e diari dei caduti della Grande Guerra.

Mercoledì 15 novembre, alle ore 18, nella Sala Panini di Palazzo Galli della Banca di Piacenza, verrà proposta in collaborazione con il Comitato di Piacenza dell’Istituto per la Storia del Risorgimento, una selezione di lettere e di brani dei diari dei caduti della Grande Guerra, che fanno parte del volume di Adolfo Omodeo “Momenti della vita di guerra”, pubblicato per la prima volta nel 1934, successivamente nel 1968 e in terza edizione nel 2016.

Il generale Eugenio Gentile illustrerà il lavoro di Omodeo, che aveva partecipato alla Grande Guerra come ufficiale di complemento, come la quasi totalità degli oltre cento citati nel volume.

L’Autore volle presentare in un libro non tanto l’orrore della guerra più sanguinosa della storia ma, attraverso gli scritti di quei protagonisti, in gran parte caduti sul campo, gli stati d’animo, la messa alla prova delle convinzioni di ciascuno, la maturazione o la distruzione delle coscienze nel corso della guerra, l’amor patrio che subordina anche gli affetti familiari, le sofferenze e gli entusiasmi, l’abbattimento sopravvenuto durante la disfatta di Caporetto.

Nando Rabaglia e Francesco Tusino leggeranno alcuni brani tratti dal volume da cui emerge il grande spirito di sacrificio e la solidarietà umana che trascende le posizioni gerarchiche dei protagonisti.

Ingresso libero con precedenza per i prenotati (email relaz.esterne@bancadipiacenza.it, tf 0523-542357).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.