PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cappucciati (Lega): “Ius Soli, legge che unisce la sinistra ma divide il Paese”

"Il più grande pericolo al quale andiamo incontro con il passaggio di questa legge - afferma la consigliera comunale -, è il rischio di una sostituzione etnica dei nostri cittadini con gli immigrati"

Più informazioni su

“Ieri in Consiglio comunale sono intervenuta in merito all’intenzione da parte del Parlamento di approvare la legge sullo Ius Soli, il testo di legge che modifica le regole sulla cittadinanza che si è arenato in Senato per mancanza di numeri nei mesi scorsi e che se portato a termine regalerebbe la cittadinanza in modo gratuito e incondizionato a migliaia di persone”.

Così Lorella Cappucciati, consigliere Lega Nord al comune di Piacenza

“Dichiarazione, la mia, ancora una volta contrastata dalla sinistra con temi come l’infanzia, i bambini, che con il disegno di legge in realtà non hanno nulla a che fare; una falsa facciata per nascondere una legge che potrebbe essere molto dannosa per gli italiani. Utile solamente ad unire le tante correnti create in questi mesi all’interno della sinistra e che vedono in questa legge l’unica base di un eventuale futuro accordo, sacrificando l’integrità del nostro Paese, dividendolo”.

“Il giorno dopo l’approvazione – prosegue Cappucciati -, i trafficanti e commercianti di clandestini, viste le porte aperte dell’Italia, scaricheranno nuovi immigrati in gran quantità, grazie anche all’aiuto concesso con l’abolizione del reato di clandestinità. Tutto ciò renderà la frontiera italiana accessibile, facendo passare un messaggio lesivo per l’immagine del nostro Paese, e cioè quello che basteranno cinque anni di scuola per diventare sia cittadino italiano che europeo”.

“Ma il più grande pericolo al quale andiamo incontro con il passaggio di questa legge, è il rischio di una sostituzione etnica dei nostri cittadini con gli immigrati”.

“Un fenomeno, quello della sostituzione, – conclude Cappucciati – che non vedremo in maniera netta nei giorni successivi all’approvazione, anche se ci sarà sicuramente un evidente cambiamento, ma che sicuramente subiranno i nostri figli”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.