PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cellulare alla guida, in 6 mesi “solo” 39 multe: “Ora più controlli”

Il dato nella risposta dell'assessore alla Sicurezza Luca Zandonella ad una interrogazione presentata sul tema dal consigliere Roberto Colla (Piacenza Più) nella quale si sottolineava la pericolosità del comportamento, causa di distrazioni e, spesso, di incidenti

Utilizzo del cellulare alla guida, nei primi sei mesi del 2017 a Piacenza sono state 39 le multe elevate da parte della polizia municipale.

Il dato è contenuto nella risposta dell’assessore alla Sicurezza Luca Zandonella ad una interrogazione presentata sul tema dal consigliere Roberto Colla (Piacenza Più) nella quale si sottolineava la pericolosità del comportamento, causa di distrazioni e, spesso, di incidenti.

“La Polizia Municipale – fa sapere Zandonella – intensificherà i controlli di sicurezza stradale, con particolare attenzione alle norme di comportamento alla guida, tra le quali è previsto il controllo del corretto utilizzo del telefoni cellulari”.

Secondo il rapporto Dekra sulla sicurezza stradale, circa il 75% degli automobilisti italiani usa abitualmente il telefono cellulare alla guida messaggiando, telefonando, navigando su internet o aggiornando il proprio profilo social.

Nello specifico, il comportamento del conducente che durante la marcia fa uso di cuffie sonore o di apparecchio radiotelefonico impegnando l’uso della mano (quindi non solo per conversazioni) è sanzionato dall’articolo 173 del Codice della Strada che prevede, oltre alla sanzione pecuniaria di 161 euro, la decurtazione di 5 punti dalla patente, nonché la sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi se la violazione viene commessa una seconda volta nel biennio.

Norme che potrebbero presto inasprirsi: la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha infatti inserito nel luglio scorso un ementamento alle modifiche dell’articolo 173, che prevede una sanzione da 322 a 1294 euro per chi viene “beccato” la prima volta mentre usa il cellulare alla guida, e fino a 2588 euro in caso di seconda violazione.

La sospensione per la patente diventerà poi immediata: da 1 a 3 mesi per chi viene multato la prima volta, da 2 a 6 in caso di recidiva.

A questa si aggiunge la decurtazione di 5 punti la prima volta, che diventano poi 10.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.