PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Di notte per rubare al bar di via Morigi, sorpresi dalla polizia FOTO foto

Aprono le inferriate e si introducono nella notte in un bar di via Morigi a Piacenza, ma la polizia solleva la saracinesca e li sorprende sul fatto

Aprono le inferriate (FOTO) e si introducono nella notte in un bar di via Morigi a Piacenza, ma la polizia solleva la saracinesca e li sorprende sul fatto.

Agli arresti con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso sono finiti un 64enne di Gossolengo e un 63enne residente in città, entrambi pregiudicati.

Gli agenti hanno sequestrato anche il “maxi kit” dello scassinatore (FOTO), utilizzato dai due per forzare le sbarre di protezione alla finestra del locale e i videopocker custoditi all’interno:piede di porco, “tronchesone”, chiave a pappagallo, spranghe, cric e altro. 

L’intervento del 113 è partito alle 4 del mattino dell’11 novembre, dopo che un cittadino aveva notato una persona sospetta aggirarsi in un giardino condominiale, all’angolo tra via Morigi e via Emmanueli. 

Mentre perlustravano la zona hanno notato le inferriete “allargate” di 30 centimentri, a protezione della finestra di un bar, segno evidente che qualcuno si era introdotto all’interno. Gli agenti si sono quindi appostati davanti all’ingresso del locale, ancora chiuso, certi che i ladri sarebbero usciti da lì.

Hanno quindi avvisato la proprietaria, giunta sul posto con le chiavi e quando hanno sollevato la saracinesca si sono trovati di fronte la coppia di malviventi, ancora intenta a prelevare il bottino.

Dopo aver aperto il registratore di cassa (contenente circa 50 euro in contanti, rinvenuti nelle tasche del 63enne) erano passati a videopocker e macchinetta scambiamonete, da cui avevano già prelevato il contenuto, per un valore di alcune centinaia di euro.

All’esterno, occultato tra i cespugli, i poliziotti hanno ritrovato anche uno zainetto, con all’interno altri strumenti.

La coppia avrebbe poi confessato di aver impiegato mezzora per riuscire a passare nello “stretto” varco aperto tra le inferriate e che quindi, come correttamente dedotto dagli operatori delle forze dell’ordine, sarebbero poi sgattaiolati fuori passando dall’entrata principale. 

Entrambi saranno processati per direttissima.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.