PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Don Angelo risponde al gip. Intanto “il Centro Manfredini va avanti” foto

È durato oltre due ore l'interrogatorio al carcere di Piacenza di don Angelo Bertolotti, il prete arrestato nei giorni scorsi dagli uomini della squadra mobile di Piacenza. Vertice al Centro Manfredini con l'assessore comunale Sgorbati

Più informazioni su

È durato oltre due ore l’interrogatorio al carcere di Piacenza di don Angelo Bertolotti, il prete arrestato nei giorni scorsi dagli uomini della squadra mobile, con l’accusa di maltrattamenti aggravati e continui.

Maltrattamenti che secondo gli inquirenti, il sacerdote avrebbe messo in atto nei confronti dei disabili del Centro Manfredini, struttura di accoglienza sotto la sua responsabilità.

Secondo quanto riferito dal legale Andrea Perini, il sacerdote questa mattina ha risposto a tutte le domande del giudice per le indagini preliminari Adele Savastano. Presente anche il pubblico ministero Emilio Pisante.

E’ stata avanzata dal legale la richiesta di concessione di arresti domiciliari per don Angelo e il giudice si è riservato di decidere.

L’avvocato ha altresì riferito che più volte Don Angelo ha chiesto notizie sui ragazzi ospitati del centro: “Mi mancano” – avrebbe detto.

La Caritas prende le redini del Centro – Riunione nella mattinata di lunedì 13 novembre al Centro Manfredini alla quale ha partecipato anche l’assessore comunale ai servizi sociali Federica Sgorbati.

Con la rappresentante della giunta, erano presenti il vicario diocesano Don Luigi Chiesa, il direttore della Caritas Giuseppe Chiodaroli e i volontari rappresentati da Giovanni Mariscotti. 

“Il Comune di Piacenza sta seguendo con attenzione la situazione del Centro Manfredini, affinchè il servizio di assistenza agli ospiti non subisca alcuna interruzione”. E’ quanto ha dichiarato l’assessore Sgorbati al termine della riunione. 

Nel corso dell’incontro è stato deciso che sarà la Caritas il nuovo referente istituzionale del centro di via Beati, con l’obiettivo di dare continuità all’assistenza degli otto ospiti e di salvaguardare l’attività all’interno della struttura in questa fase di emergenza.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.