PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emilia, prosegue la ripresa. Un miliardo dai turisti stranieri nel 2017

Ad evidenziarlo i dati del report Bankitalia che indicano nel turismo emiliano-romagnolo uno dei traini principali della crescita regionale che sfiora il 2%

Più informazioni su

Una ripresa economica “proseguita’ nel primo semestre del 2017 con un “incremento del fatturato anche per le imprese orientate al mercato domestico”, un’accelerazione per l’attività nell’industria; una “lunga fase negativa delle costruzioni” che “non si è ancora conclusa” e un turismo in progresso che vede salire significativamente i pernottamenti (+6,8%).

E’ quanto emerge dall’aggiornamento congiunturale dell’economia dell’Emilia-Romagna stilato dalla sede bolognese della Banca d’Italia.

Un quadro che che ha visto crescere le esportazioni “in maniera significativa” (+6,4%), registrare un aumento per occupazione e ore lavorate (+1,4% e +1,5% rispettivamente) e un calo della disoccupazione collocatasi al 6,5% mentre le ore di cassa integrazione sono scese del 45,4%.

Sul fronte del credito, se vi è un incremento dei finanziamenti alle famiglie (+2,6%) si palesa una stazionarietà nei prestiti alle imprese, con un calo più consistente verso quelle di minore dimensione.

Secondo la Banca d’Italia, inoltre, “è proseguito il graduale miglioramento della qualità del credito” con lo “stock di partite deteriorate ridotto di quasi un punto percentuale, al 19,6%, pur rimanendo storicamente elevato.

I depositi bancari delle famiglie hanno registrato un aumento del 4,8% più contenuto rispetto a quello della fine del 2016 pari al 6,1%. (Fonte Ansa)

TURISTI STRANIERI – Nei primi sette mesi dell’anno i turisti stranieri hanno speso in Emilia-Romagna circa un miliardo di euro, il 9,2% in più rispetto allo scorso anno, un aumento di circa cento milioni (nel 2016 la spesa era stata di 970 milioni).

Ad evidenziarlo i dati del report Bankitalia che indicano nel turismo emiliano-romagnolo uno dei traini principali della crescita regionale che sfiora il 2%.

“Sono dati estremamente positivi quelli pubblicati da Bankitalia – affermano il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’assessore al Tursimo Andrea Corsini – che fanno del turismo, insieme alla nostra manifattura, alla nostra innovazione e ai nostri saperi, alla cultura e alle bellezze della nostra terra, le fondamenta della regione che cresce di più nel Paese in termini di Pil e tasso di occupazione, con la disoccupazione scesa al 6,5% dal 9% di inizio legislatura”.

“Le scelte strategiche di valorizzazione complessiva dei territori con la nuova legge sul turismo, su brand che ci rappresentano nel mondo – Motor Valley, Food Valley e Wellness Valley – e sulla collaborazione tra istituzioni e imprenditori, ci stanno premiando. Stiamo rendendo l’Emilia-Romagna una regione sempre più attrattiva e il nostro sforzo continuerà a essere centrato sullo sviluppo e la crescita di tutto il territorio, da Piacenza a Rimini”.

“Vogliamo continuare a crescere per vincere le sfide dei nuovi mercati – concludono – e tutti insieme, già adesso, abbiamo dimostrato di essere in grado di competere con le aree più avanzate in Europa e a livello internazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.