PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa dei mugnai, ritorna l’appuntamento a Nibbiano

Durante l'intera giornata di domenica sarà possibile visitare la mostra di cereali antichi e la mostra fotografica "Mulini storici d'Italia"

Più informazioni su

Si rinnova domenica 19 novembre, a Borgo Mulino Lentino di Nibbiano (Piacenza) l’appuntamento con la “Festa dei Mugnai” che si svolge ogni anno in concomitanza della ricorrenza di Santa Caterina d’Alessandria, patrona dei mugnai.

La manifestazione, promossa dall’AIAMS (Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici), è uno degli eventi che caratterizzano l’autunno della Valtidone ed è da sempre organizzata, promossa e sostenuta dall’associazione “La Strada dei Mulini” che ha la propria sede proprio al Mulino Lentino.

Anche quest’anno la festa è patrocinata dalla provincia di Piacenza e dai comuni di Nibbiano e di Sarmato, con il supporto del “Centro Studi Storici e Ambientali Val Tidone” e del Consorzio di Bonifica di Piacenza.

Durante l’intera giornata di domenica sarà possibile visitare la mostra di cereali antichi e la mostra fotografica “Mulini storici d’Italia”.

In diversi momenti sarà possibile effettuare visite guidate all’antico mulino ad acqua, all’interno del Museo dell’arte molitoria, unica nel suo genere a livello provinciale. Novità di quest’anno sarà la dimostrazione di forgiatura dell’acciaio Damasco, tenuta da Gianluca Spina.

Inoltre sarà possibile degustare il batarö De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine) di Nibbiano: l’associazione “La Strada dei Mulini” infatti, è uno dei soggetti (unitamente alla Pro Loco di Sala Mandelli e alla Pizzeria Real di Trevozzo) che può fregiarsi di questo marchio, che ha origine nel comune di Nibbiano, unico a poter vantare questo titolo.

Per i presenti ci sarà anche la possibilità di degustare l’olio nuovo della Val Tidone (altro prodotto tipico), i vini D.O.C. dei produttori legati all’associazione organizzatrice e, novità di quest’anno, il piatto migliore ottenuto con la “fareina ad malga”, incoronato vincitore da una giuria lo scorso maggio durante la manifestazione “Mulini in Festa”, che si è tenuta lo scorso maggio.

Alle 15, come da tradizione, ci sarà la benedizione della ruota del mulino impartita da don Emanuele Musso, che nell’occasione diventerà socio onorario dell’associazione “La Strada dei Mulini”.

Alle 15.30, la premiazione dei mugnai storici: quest’anno il riconoscimento andrà al professor Antonio Michele Stanca, uno dei massimi esperti italiani nel campo della genetica agraria e delle tecnologie agroalimentari, autore di centinaia di pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali”.

E’ stato presidente, membro e direttore di numerose associazioni a livello nazionale ed internazionale, oltre che studioso e docente presso numerose scuole italiane ed europee.

Per informazioni dettagliate dell’evento è possibile consultare il sito: www.mulinodellentino.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.