PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Flashmob contro violenza, lunedì iniziativa di sportivi e studenti

In Piazza Cavalli, è in programma un flashmob contro la violenza sulle donne

Più informazioni su

Nella giornata di lunedì 27 novembre, in Piazza Cavallidalle 10.45 alle 12.15, è in programma un flashmob contro la violenza sulle donne.

L’evento, che vedrà la partecipazione di  circa 200 ragazzi, provenienti dagli istituti superiori della nostra città, e a cui potrà aggregarsi chiunque lo desideri, è stato presentato in conferenza stampa questa mattina, nel Palazzo della Provincia di Piacenza.

Erano presenti Simona Bellan, Consigliera Provinciale alle Pari Opportunità e Politiche Giovanili, Roberta Solari della Provincia di Piacenza, Marcella Martino, dell’Associazione culturale di promozione sociale Tersicore e Fabio Bastiani, coordinatore tecnico del Coni.

“Un evento a costo zero, in collaborazione con gli uffici della Provincia – sottolinea Bellan – che vede anche il prezioso aiuto di Sky View, che riprenderà tutto, attraverso un drone”.

“Vogliamo che il rosso non sia più un colore che rimanda ad eventi tragici, bensì un colore che, attraverso i sentimenti, cerca di unire le persone”.

Marcella Martino è colei che ha curato il flashmob nei suoi aspetti più tecnici, realizzando poi il tutorial per insegnare i passi ai ragazzi delle scuole coinvolte: “Il linguaggio della danza parla di disciplina e rispetto per il proprio corpo, dunque non è così lontano da ciò che vogliamo trasmettere”. Neanche la canzone scelta è casuale, come spiega la Martino: “Abbiamo scelto una canzone conosciuta dai ragazzi, che contiene una dedica speciale a tutte le donne, “What makes you beautiful” degli One Direction”.

“Il fatto che ragazzi e ragazze partecipino insieme ad un evento così importante trasmette un bellissimo messaggio – continua – perché basta la partecipazione perché quello che prima era atteggiamento diventi comportamento, per affermare la propria posizione contro la violenza sulle donne”.

Il coinvolgimento di squadre sportive, che si cimenteranno nel flashmob di lunedì prossimo, il merito va a Fabio Bastiani, il quale sostiene che questo sia “un modo di condividere qualcosa in maniera diversa”. “È giusto – dice il coordinatore tecnico del CONI – che educhiamo, già da adesso, la generazione futura riguardo a questo tema così delicato”.

L’ Associazione Sportiva Pro Piacenza S.r.l 1919, la Piacenza Calcio 1919 S.r.l, la Salus et Virtus Boxe, il Bakery Basket Piacenza, il Rugby Lyons Piacenza e l’Atletica Piacenza saranno le squadre coinvolte. Tra gli atleti di fama provinciale e nazionale ci saranno inoltre il nuotatore Giacomo Carini, i calciatori Marcello Campolonghi e Gianfranco Serioli, lo schermidore Alessandro Bossalini e i ciclisti Mirko Bruschi e Jacopo Guarnieri. Impossibilitata a partecipare fisicamente, la ciclista Giorgia Bronzini manderà un videomessaggio a tutti i presenti.

Sulla pagina Facebook “Pari Opportunità Provincia di Piacenza”, a cui si potrà accedere direttamente attraverso il QR code presente sulla locandina, è possibile trovare ulteriori informazioni riguardanti la giornata di lunedì.

Michela Piccoli

MERCOLEDI’ READING IN PROVINCIA – Reading di storie vere di violenza. Questo il titolo dell’evento che domani, mercoledì 22 novembre, dalle 16 alle 18 presso la sala del Consiglio provinciale, aprirà le iniziative in programma nell’approssimarsi della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Il reading è proposto dalle associazioni Protezione della Giovane, Cif, Casa del Fanciullo, Le Mani tra le nuvole, Arcobaleno, Coordinamento donne Cisal e Centro di pronto intervento Minori.

Quattro gli “atti” che animeranno l’aula consiliare della Provincia, anche con accompagnamento musicale. Il primo si incentrerà sulle testimonianze di tre donne richiedenti asilo, accolte presso la Protezione della Giovane, le cui storie parlano di una guerra in cui troppo spesso il corpo femminile è campo di battaglia.

Il secondo riporterà invece il dialogo tra un bambino vittima di violenza assistita, accolto presso la Casa del Fanciullo, e il suo educatore. Il terzo momento vedrà protagonisti due uomini che, dopo aver compiuto reati contro le donne, hanno intrapreso un percorso presso il Centro italiano di Promozione della Mediazione.

A concludere la serie di racconti, la testimonianza di un’altra giovane richiedente asilo che ha trovato ospitalità presso la Protezione della Giovane e quella di una donna vittima di maltrattamenti familiari, aiutata dalla Onlus Arcobaleno.

A dare voce a queste figure, cui saranno attribuiti nomi di fantasia, interverranno cittadini e appartenenti ad alcune delle realtà organizzatrici.

L’accompagnamento musicale sarà affidato al Maestro Francesco Castagna, diplomatosi nel 2014 in mandolino al Conservatorio di Milano “G.Verdi”, a sua volta volontario dell’Associazione Mani tra le Nuvole Onlus. Contestualmente, nella Sala consiliare sarà esposta l’opera “Donna”, risultato di un ciclo di laboratori promossi dall’Associazione Mani tra le Nuvole Onlus, che nel febbraio 2017 hanno coinvolto i ragazzi di Spazio Belleville e del Centro provinciale per l’Istruzione degli adulti di Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.