PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giovani Progetti, ecco il bando. Zandonella ‘Promuovere anche tradizioni locali’

Il Comune, con il contributo della Regione, sosterrà iniziative con contributi fino a 5mila euro. 

Più informazioni su

L’ Amministrazione Comunale di Piacenza intende promuovere la realizzazione di iniziative a favore del protagonismo giovanile attraverso la concessione di contributi a fondo perduto e benefici dell’importo massimo di 5mila euro.

Tale iniziativa che, per la prima volta, si realizzerà in collaborazione e grazie al contributo finanziario della Regione Emilia Romagna a valere sui fondi 2017-2018-2019, rientra nelle linee di mandato dell’Ente e tra gli indirizzi programmatici di cui al Documento Unico di Programmazione (DUP). 

I soggetti beneficiari saranno individuati tramite apposito avviso pubblico finalizzato alla predisposizione di una graduatoria di progetti da realizzarsi nel Comune di Piacenza. Le realtà che si occupano di promuovere il protagonismo giovanile, rappresentano una risorsa e una ricchezza fondamentale per la comunità locale ed ai giovani spetta un ruolo significativo per proporre e progettare un’idea di città nuova.

Al fine di garantire la massima trasparenza, imparzialità, pubblicità ed efficacia, l’Amministrazione intende procedere tramite bando pubblico per l’individuazione dei progetti più meritevoli.

 

Soggetti ammissibili

 Le proposte progettuali possono essere presentate da singoli giovani, associazioni, circoli e gruppi informali  giovanili iscritti all’albo comunale delle associazioni, da enti no profit che svolgono attività a favore dei giovani.

Possono presentare domanda anche le associazioni e/o i gruppi informali che non abbiano ancora formalizzato l’iscrizione all’albo comunale delle associazioni, ma che inoltrino domanda di iscrizione entro e non oltre la data di chiusura del presente bando.

Con riferimento alla concessione di contributi verrà attribuito un punteggio aggiuntivo alle associazioni iscritte all’albo comunale delle associazioni ed enti no profit costituite in modo maggioritario (50%+1) da giovani  di età compresa tra i 18 e i 35 anni, i giovani di età inferiore a 35 anni devono costituire la maggioranza numerica dei soci fondatori e ordinari e devono rappresentare la maggioranza dei componenti del Consiglio Direttivo, a  dimostrazione di tale circostanza dovrà essere allegata copia dell’atto costitutivo e del libro soci.  

Caratteristiche dei soggetti:

Per i  singoli giovani e gruppi informali  giovanili:

–   Essere residenti o domiciliati nel territorio del Comune di Piacenza

–   Avere un’età compresa tra i 18 e i  35 anni

Per le associazioni e gli enti no profit:

–   Avere sede legale nel territorio del Comune di Piacenza

–   presentare l’atto costitutivo o lo statuto che si ispiri ai principi di democrazia, uguaglianza, di rispetto, della libertà e della dignità degli associati

–   prevedere la gratuità ed elettività delle cariche associative

 

Ambiti di intervento

 1) contrasto alle diverse forme di precarietà giovanile e promozione di azioni di utilità sociale e impegno civile. L’obiettivo di questa area tematica è sostenere iniziative di prevenzione e contrasto al fenomeno dei c.d. ragazzi NEET (not engaged in eduaction, employment or training). Possono rientrare in questo ambito progetti di ricerca e inquadramento del fenomeno, sperimentazione di azioni innovative di ascolto e counseling,  progetti di  sostegno al lavoro giovanile, azioni di promozione del  volontariato e della partecipazione alla vita sociale del territorio.

2) creatività ed espressività : obiettivo di questa area tematica è avvicinare la cittadinanza all’arte ed ai linguaggi artistici e creativi utilizzati dai giovani del territorio.

Possono rientrare in questo ambito i progetti che intendono valorizzare uno o più linguaggi espressivi  in un’ottica di protagonismo attivo dei giovani, progetti  finalizzati al recupero di spazi pubblici e privati  del territorio cittadino; nonché progetti rivolti alla cura del patrimonio ambientale ed allo sviluppo sostenibile, alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali.

A proposito di quest’ultimo ambito, durante la presentazione del Bando in Municipio, l’assessore alle politiche giovanili Luca Zandonella ha detto che spera che molti giovani si propongano, “perché è importante non lasciare abbandonate certe aree del nostro territorio. Inoltre sono particolarmente importanti i progetti rivolti verso la tradizione locale”. 

 
Criteri di valutazione

Le domande di partecipazione pervenute saranno valutate da una Commissione Tecnica nominata dal Dirigente dell’Unità di Progetto Sviluppo di un sistema integrato di servizi educativi, scolastici, formativi, partecipativi e di orientamento al lavoro a sostegno dei giovani. La valutazione dei progetti presentati terrà conto del punteggio ottenuto e dei criteri di valutazione elencati successivamente.

Verificata preliminarmente la sussistenza dei requisiti formali di accoglibilità delle domande di partecipazione pervenute sulla base di quanto previsto dal presente bando, la Commissione procederà, sulla base dei criteri indicati, alla valutazione dei progetti pervenuti.

I contributi saranno attribuiti sulla base del punteggio finale assegnato dalla commissione 

La soglia minima di idoneità è stabilita in 70 punti.

Gli esiti saranno comunicati agli interessati e la graduatoria sarà pubblicata sul sito del Comune di Piacenza www.comune.piacenza.it

In caso di attribuzione parziale del contributo richiesto sarà possibile per i proponenti rimodulare in percentuale il piano finanziario del progetto a condizione che ciò non comporti una modifica sostanziale del progetto.

Per modifica sostanziale si intendono variazioni apportate alle attività tali da alterare significativamente i contenuti e gli obiettivi del progetto, come risultanti dalla documentazione sottoposta in sede di presentazione della domanda.

 

Termini e modalità di presentazione dei progetti

La proposta progettuale deve descrivere e motivare l’iniziativa proposta, dettagliando le modalità attraverso le quali la stessa verrà realizzata e i relativi tempi di svolgimento. Deve essere utilizzata l’allegata domanda di candidatura che costituisce parte integrante e sostanziale del presente bando; il bando e la domanda di candidatura saranno scaricabili dal sito www.comune.piacenza.it già da oggi, venerdì 24 novembre o comunque entro la giornata di lunedì 27 novembre

Nella domanda deve essere indicato il valore economico complessivo del progetto e, ove tale valore ecceda l’importo del contributo oggetto del presente bando,  gli eventuali altri soggetti finanziatori e la quota di cofinanziamento .

Ogni soggetto proponente dovrà compilare correttamente ed in ogni sua parte la domanda di partecipazione.

La domanda, sottoscritta dal soggetto richiedente/legale rappresentante  che si assume la piena responsabilità delle affermazioni e notizie in essa riportate, deve contenere:

– denominazione o ragione sociale, natura giuridica, sede legale, codice fiscale ed eventualmente partita IVA del soggetto richiedente;-

– nel caso di Associazioni, copia dello statuto o dell’atto costitutivo, ove non già a disposizione dell’Amministrazione;

– nel caso di Associazioni  che intendano usufruire del punteggio aggiuntivo di cui all’articolo 1, dovrà essere allegata copia del libro soci, da cui risulti che la maggioranza numerica dei soci fondatori e ordinari e  dei componenti del Consiglio Direttivo abbia un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

– presentazione sintetica delle esperienze e delle attività svolte;

– descrizione del programma e del piano finanziario dell’iniziativa, ripartito nelle voci di entrata e di spesa, con menzione di eventuali patrocini, sponsorizzazioni o altra forma di partecipazione diretta o indiretta, richiesta e/o ottenuta da altri soggetti pubblici o privati; utilizzando la scheda tecnica allegato n. 1 quale parte integrante del presente bando (non saranno ammessi alla valutazione ulteriori allegati scritti);

– per le Associazioni presentazione del bilancio consuntivo, fatta eccezione per le nuove attività, riferito alla medesima attività dell’anno precedente;

–  entità del contributo richiesto e modalità di pagamento.

–  copia fotostatica della carta di identità del legale rappresentante o del referente del progetto

Il progetto debitamente compilato e firmato unitamente ai documenti richiesti dovrà essere presentato in forma cartacea in busta chiusa .

Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura “Giovani Progetti 2017 – 2018 – 2019 – Bando per la concessione di contributi”, indirizzata a Comune di Piacenza  – Unità di Progetto Sviluppo di un sistema integrato di servizi educativi, scolastici, formativi, partecipativi e di orientamento al lavoro a sostegno dei giovani e pervenire, brevi manu o via posta, entro e non oltre le ore 12 del 12 dicembre all’Ufficio Protocollo del Comune di Piacenza , in viale Beverora 57 (piano terra). In caso di trasmissione del documento a mezzo posta farà fede la data di ricezione al Protocollo del Comune di Piacenza.

 

Realizzazione dei progetti e liquidazione dei contributi

Le iniziative dovranno essere realizzate entro il 31 dicembre 2018                

Il beneficiario provvederà direttamente alla cura di tutte le problematiche di carattere organizzativo e finanziario, ivi compresa l’acquisizione di permessi, licenze, autorizzazioni, o quant’altro necessario per la realizzazione del progetto, sollevando pertanto l’amministrazione da qualsivoglia responsabilità per eventuali danni a cose o persone che dovessero verificarsi durante l’allestimento e lo svolgimento delle iniziative in questione ivi compresi tutti gli obblighi derivanti dalle norme in materia di prevenzione infortuni, ad assolvere tutti gli obblighi dei datori di lavoro per quanto riguarda assicurazioni, provvidenze e previdenze sociali in base alle leggi ad ai contratti collettivi del lavoro, rispondere in via esclusiva per gli accordi conclusi con terzi a qualunque titolo coinvolti.

All’atto di sottoscrizione dell’accettazione del contributo e  di apposita dichiarazione a garanzia dell’adempimento, ai beneficiari sarà concesso un acconto pari al 20% per le prime spese; sarà possibile ottenere altresì un’anticipazione in misura non superiore al 50% del contributo concesso, previa presentazione di apposita garanzia fidejussoria a copertura del 50% dell’acconto corrisposto.

Il beneficiario avrà termine a decorrere dall’1 gennaio 2019 ed entro e non oltre l’1 marzo 2019 per presentare idonea rendicontazione al fine dell’erogazione del saldo del contributo.

Il saldo sarà erogato a decorrere dall’1 marzo 2019, ad  iniziativa conclusa, e comunque entro  60 giorni dalla presentazione, in forma di autocertificazione, di dettagliata relazione finale nonché di rendicontazione delle spese sostenute e delle entrate conseguite. A detta documentazione dovrà inoltre essere allegata idonea dichiarazione attestante che per tutte le spese esiste idonea documentazione conservata agli atti che potrà essere esibita a richiesta dell’Amministrazione Comunale per gli opportuni controlli.

Nell’ipotesi in cui l’ammontare finale delle spese risulti inferiore al preventivo, o in caso di parziale realizzazione dell’iniziativa, l’importo del contributo verrà ridotto proporzionalmente alle spese dichiarate e verrà chiesto il parziale rimborso ove ne ricorrano gli estremi.

Il contributo concesso potrà essere cautelativamente sospeso qualora si verificassero situazioni irregolari o che necessitino di chiarimenti ed ulteriori informazioni da parte del beneficiario.

Non saranno accettate rendicontazioni incomplete, o pervenute fuori dai termini sopraindicati. 

Spese ammissibili

Sono ammissibili tutte le spese che rientrino nelle voci del Piano Finanziario.

Attraverso il bando saranno finanziate esclusivamente le spese ritenute ammissibili, fissate in una quota massima di 5.000,00 €, iva inclusa nel caso la stessa costituisca un costo per il soggetto proponente.

Non sono ammissibili le spese che si configurino come retribuzione dei proponenti anche in qualità di tecnici/esperti; (per proponenti si intendono: i dipendenti, soci e collaboratori degli Enti e delle Associazioni e/o i membri dei gruppi informali proponenti).

 

Eventuali modifiche ai progetti

Sono consentite, previa autorizzazione da parte della Amministrazione, variazioni degli elementi progettuali a condizione che ciò non comporti una modifica sostanziale del progetto.

Per modifica sostanziale si intendono variazioni apportate alle attività tali da alterare significativamente i contenuti e gli obiettivi del progetto, come risultanti dalla documentazione sottoposta in sede di presentazione della domanda.

 
Obblighi di pubblicità

Il beneficiario del contributo è tenuto a comunicare anticipatamente all’Amministrazione Comunale tutti gli eventi e le iniziative pubbliche da realizzare nell’ambito del progetto. Tutte le attività promozionali e di comunicazione relative al progetto dovranno riportare il logo del Comune di Piacenza, previa necessaria visione e autorizzazione del competente ufficio Comunicazione del Comune di Piacenza.

 
Trattamento dei Dati Personali

Ai sensi del D.lgs 196/2003, i dati richiesti dal presente bando di concorso e dai formulari saranno utilizzati esclusivamente per le finalità previste dal bando stesso e saranno oggetto di trattamento svolto con o senza l‘ausilio di strumenti informatici nel pieno  rispetto della normativa sopra citata e degli obblighi di riservatezza ai quali è tenuta la  Pubblica Amministrazione. Il responsabile per il trattamento dei dati è il dottor Giuseppe Magistrali.

 
Decadenza  – Revoca

Decade dal beneficio il soggetto che abbia reso dichiarazioni non veritiere o volutamente  abbia omesso di dichiarare fatti o situazioni a lui note che sarebbero ostative alla concessione.

Il contributo è revocato ed il beneficiario è tenuto a restituire le somme eventualmente già ottenute in caso di mancata o parziale realizzazione dell’iniziativa entro il  termine fissato del 31 dicembre 2018, nel caso di variazioni al progetto non autorizzate ex art. 7 del presente disciplinare.

 
Informazioni e contatti

Per informazioni relative al bando e chiarimenti gli interessati possono contattare l’Ufficio politiche giovanili esclusivamente via mail scrivendo a giovani@comune.piacenza.it. Per chi lo desiderasse invece, a Spazio 2 e Spazio 4 è possibile ricevere un’assistenza tecnica durante la progettazione, in particolar modo per chi vi si affaccia per la prima volta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.