PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La parola alle immagini” di Africa Mission. Ecco la mostra dei 45 anni foto

Dalla nascita del sodalizio con il vescovo Don Enrico Manfredini, a partire dall’emergenza acqua e fame in Uganda, il racconto avanza nel tempo fino all’84

Più informazioni su

“La parola va lasciata alle immagini che raccontano una storia vera e testimoniano quello che è successo in questi 45 anni con al centro la figura di Don Vittorione”.

Le parole del presidente di Africa Mission Don Maurizio Noberini ci introducono nella mostra inaugurata venerdì 24 novembre a Piacenza a Palazzo Farnese per celebrare i 45 anni della onlus fondata nel 1972 dal “grande” Don Vittorio Pastori. 

Un tour della memoria (nelle foto) che vuole anticipare l’anniversario più importante, quello del mezzo secolo, e quindi una mostra – come ha sottolineato il direttore Carlo Ruspantini – organizzata in occasione dei 50 meno 5, che significano anche 22 anni senza Don Vittorione”.

La mostra è visitabile tutti i giovedì dalle 9 alle 13, al venerdì e al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, la domenica dalle 15 alle 18.

“Se non aiutiamo l’Africa, saremo invasi da loro” è la profetica visione di Don Vittorio rievocata da Don Maurizio nell’evidenziare come la sua missione è ancora valida oggi.

La storia di Africa Mission procede per immagini attraverso gli spazi al pian terreno di Palazzo Farnese con le stupende foto scattate da Prospero Cravedi. Ma non solo, anche installazioni che riproducono la vita in Karamoja con i vestiti e le capanne, con gli oggetti etnici di quella terra.

Dalla nascita del sodalizio con il vescovo Don Enrico Manfredini, a partire dall’emergenza acqua e fame in Uganda, il racconto avanza nel tempo fino all’84, quando venne costruito il primo pozzo perforato in Karamoja per ricavare il bene prezioso dell’acqua. E poi ancora fino ai giorni nostri e agli interventi di cooperazione internazionale.

“Oggi siamo arrivati a 1100 pozzi realizzati” – ha ricordato Ruspantini. “L’essenza di Don Vittorio era quella di essere pratico e di dare risposte concrete ai problemi”. 

Presente anche una sezione dedicata alle opere di artisti piacentini donate ad Africa Mission.

Il percorso fotografico ma non solo, porta il titolo “LA TUA GIOIA E’ LA MIA GIOIA” e si tratta di un’esposizione che desidera accompagnare il visitatore a ripercorrere le vie tracciate 45 anni fa e che ancora oggi Africa Mission vive attraverso i progetti e le attività in Italia e in Uganda.

«L’itinerario offre spunti di riflessione sul percorso di solidarietà contestualizzato alle diverse epoche storiche e alle diverse realtà incontrate – spiega don Maurizio Noberini, presidente di Africa Mission – Di fronte alla sofferenza, alla violenza, al dolore; la considerazione proposta da Africa Mission è: ma se nell’incontro con l’altro avessi davvero a cuore la sua vita e l’altro avesse davvero a cuore la mia: forse questo mondo sarebbe davvero il luogo di pace che tutti desideriamo».

«Una mostra che non vuole essere celebrativa – continua Carlo Ruspantini, direttore di Africa Mission – ma uno sguardo aperto sul futuro, una proposta di condivisione di un percorso solidale ricco di storia e che oggi continua ad affrontare nuove impegnative sfide in Italia e in Uganda».

Oltre all’orario di apertura indicato è possibile richiedere aperture straordinarie e organizzare visite guidate chiamando il numero 334 84 51 108 o scrivendo a africamission@coopsviluppo.org. In questo caso i visitatori saranno accompagnati da una guida che potrà approfondire i temi proposti dall’esposizione e sarà lieta di rispondere alle domande e curiosità dei visitatori non solo riguardo l’Organizzazione ma anche rispetto all’affascinante regione del Karamoja.

La mostra è in collaborazione con il Comune di Piacenza e con il patrocinio della Diocesi di Piacenza e Bobbio, della Provincia di Piacenza, della Caritas Diocesana di Piacenza e Bobbio, del Centro Missionario Diocesano di Piacenza e Bobbio. Si ringraziano inoltre: Drillmec, San Martino, Cravedi Produzione Immagini, Musetti, Ristorante La Mamma, SVEP, Noi di S. Franca, Grafiche Lama e Radio Sound. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.