PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Oltre L’Autismo, la Casa di vita e il cofanetto solidale per ringraziare Piacenza foto

È stato presentato il cofanetto solidale dell'associazione "Oltre L'Autismo" Onlus

Questa mattina, in Municipio, è stato presentato il cofanetto solidale dell’associazione “Oltre L’Autismo” Onlus, nata nel 2003 come associazione di volontariato, ad opera di un gruppo di famiglie che hanno sentito l’esigenza di dare voce ad un problema ancora poco conosciuto e fino ad allora inespresso nel territorio piacentino: vivere con l’autismo.

Ad oggi 60 famiglie, di cui alcune che presentano più di un caso di autismo, fanno parte dell’associazione piacentina. E diverse sono state, dal 2003, le campagne di sensibilizzazione a favore di questo tema così delicato. 

Ogni anno, in occasione delle festività natalizie, Oltre L’Autismo promuove un’ iniziativa, il cui intero ricavato viene utilizzato per finanziare le attività in favore dei ragazzi dell’ associazione.

“Quello che ci hanno insegnato i nostri ragazzi è che, nella vita, nulla è scontato. Ci insegnano a guardare la vita da una nuova prospettiva e noi genitori ci siamo messi in pista per creare il futuro dei nostri figli a Piacenza. E, per fortuna, abbiamo la fortuna di avere al nostro fianco tante persone che ci aiutano”. Queste sono le parole della presidentessa  Maria Grazia Ballerini, che ringrazia sentitamente l’amministrazione comunale per il supporto: “Siamo contenti della rete che si sta creando. Per questo abbiamo deciso di fare un regalo dedicato a Piacenza, in prossimità del suo 2236° compleanno e in testimonianza del forte legame con essa, che vogliamo rafforzare ulteriormente”.

“Dunque il cofanetto che abbiamo creato  – illustra la Ballerini – , e che è stato patrocinato dal Comune di Piacenza, contiene prodotti esclusivamente piacentini: il cd “Dentro la sera”, realizzato e donato dal pianista e compositore piacentino Pietro Galizzi (prodotto da Mario Fargetta) e una tazza ornata da un pentagramma in cui, al posto delle note, vi sono alcuni monumenti di Piacenza. All’interno della tazza ci sarà il “Piacerino”, cioccolatino di Piacenza prodotto dalla pasticceria Falicetto”.

“Al momento – spiega la presidentessa – l’obiettivo del progetto che stiamo portando avanti a Piacenza come associazione “Oltre l’autismo” Onlus, in condivisione con l’azienda AUSL di Piacenza e le Istituzioni, è la creazione di una Casa di vita, un centro residenziale, diurno, flessibile e polifunzionale, a servizio dell’intera Provincia che oggi ne è sprovvista. L’iniziativa natalizia dell’Associazione verrà presentata alla cittadinanza, in un incontro aperto al pubblico, sabato 2 dicembre, alle 16.30, al Conservatorio Nicolini, di fronte alle autorità cittadine. Ospite speciale sarà dj Fargetta”.

Il dottor Corrado Cappa, direttore dell’Unità Operativa Psichiatria di Collegamento all’AUSL di Piacenza, è collaboratore di lunga data con Oltre L’Autismo: ” Quando si parla di disturbi come l’autismo è importante che ci sia un’alleanza tra le parti sociali e i cittadini. I programmi per l’autismo oggi devono prevedere una promozione della salute e dell’assistenza delle cure per tutta la vita. I programmi realizzati a Piacenza funzionano bene e riceviamo manifestazioni di stima di altre città. Insomma, è una realtà complessa e variegata e la nostra è una missione impervia, ma gratificante. Questo è reso possibile dalla presenza di Oltre l’Autismo sul territorio”.
“Casa di vita – come spiega il dottor Cappa –  avrà anche una funzione di “sollievo” per le famiglie dei ragazzi autistici, che si fanno carico dei ragazzi autistici. Un carico che è molto gravoso”.

Il maestro piacentino Corrado Casati, testimonial d’eccezione per il cofanetto solidale, sostiene che il tema dell’autismo è particolarmente sentito dal suo coro e dal momento che è impossibilitato ad essere presente all’evento del 2 dicembre, sicuramente farà in modo di organizzare qualcosa assieme alla presidentessa Ballerini.

L’assessore Roberto Colla è un altro dei preziosi collaboratori su cui può contare l’associazione della Ballerini e dichiara che, in quanto consigliere, è sicuro di rappresentare tutto il consiglio comunale “che ho già visto, in questi pochi mesi, essere molto sensibile a queste tematiche”.
Al fianco di Colla, il sindaco Patrizia Barbieri afferma infatti, di essere stata da subito colpita dell’attività di Oltre L’Autismo: “La loro è un’iniziativa di solidarietà veramente significativa ed è importante che la comunità faccia rete in questo genere di occasioni. Tante altre nostre realtà locali sono sensibili a questa realtà, quindi bisogna che anche l’amministrazione comunale partecipi a un evento che ha una rilevanza sociale forte. Penso che si possa raggiungere, con la generosità dei piacentini, gli obiettivi che si vogliono raggiungere, contribuendo a un progetto notevole come la Casa di vita”
“Tante note assieme possono fare un concerto di una melodia meravigliosa – conclude Maria Grazia Ballerini – e io sto cercando di fare rete affinché tutte queste note possano fare una bella melodia”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.