PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Osteonecrosi dei mascellari da farmaci, sabato focus a Piacenza

Il 2 dicembre convegno promosso dalla Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine dei Medici di Piacenza nell’ambito del progetto nazionale CAO SIPMO SICMF

Più informazioni su

Nell’ambito del progetto nazionale promosso dalla Commissione Albo Odontoiatri con la Società Italiana di Patologia e Medicina Orale (SIPMO) e la Società Italia di Chirurgia Maxillo Facciale (SICMF), volto a sensibilizzare gli Odontoiatri e i Medici di Medicina Generale sull’insorgenza di patologie gravi conseguenti a terapie chirurgiche condotte in pazienti trattati con farmaci bisfosfonati e antiangiogenetici e non opportunamente inquadrati con protocolli consolidati, la Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine dei Medici di Piacenza, in collaborazione con la U.O. di Odontostomatologia dell’Ospedale “G. Da Saliceto” e con il patrocinio della sezione provinciale ANDI, organizza il convegno “Osteonecrosi dei mascellari indotta da bifosfonati ed altri farmaci. Valutazione dei profili di rischio e raccomandazioni clinico terapeutiche”.
 
L’appuntamento, che ha come scopo quello di aggiornare gli odontoiatri sui protocolli di prevenzione e di management dedicati ai pazienti che devono assumere o già assumono tali farmaci, è in calendario sabato 2 dicembre alla Sala Convegni Veggioletta della Banca di Piacenza (Via I Maggio n. 37 – Piacenza).

Il programma, a partire dalle ore 9, prevede gli interventi del Dott. Giovanni Lodi (Dubbi e certezze dopo 15 anni dalla scoperta della MRONJ), del Prof. Luigi Cavanna, del Dott. Antonio Lazzaro e del Dott. Carlo Cagnoni (La terapia delle patologie ad elevato riassorbimento osseo), del Dott. Aldo Oppici (Diagnosi della MRONJ), della Dott.ssa Elisabetta Merigo (Fattori di rischio della MRONJ), del Dott. Matteo Fontana (Prevenzione odontoiatrica della MRONJ) e del Dott. Luigi Cella (La terapia della MRONJ).
 
Chiuderà il corso una tavola rotonda con discussione di casi clinici moderata dalla Dott.ssa Federica Demarosi e dal Dott. Stefano Pavesi.
 
IL TEMALa corretta individuazione dei fattori di rischio correlati alle modalità di trattamento farmacologico resosi necessario per trattare concomitanti patologie neoplastiche e per combattere alterazioni dell’apparato scheletrico come l’osteoporosi, consente ai MMG e agli Odontoiatri di evitare l’insorgenza di patologie altamente invalidanti e complesse da affrontare una volta comparse.

Negli ultimi anni è emerso con forza che alcune classi di farmaci come i bisfosfonati ed altre molecole di recente introduzione (per esempio denosumab e anti-angiogenetici), prescritti per la salvaguardia e cura dell’apparato scheletrico sia in paziente oncologico che non, possono associarsi all’insorgenza dell’evento avverso osteonecrosi delle ossa mascellari, soprattutto in concomitanza con patologie infettive-infiammatorie dento-parodontali e con procedure odontoiatriche invasive.

Si tratta di farmaci con caratteristiche farmacodinamiche e farmacocinetiche diverse dai bisfosfonati, addirittura con emivita più breve, che l’odontoiatra e gli operatori del settore devono imparare a conoscere per non temerli.

Lo scopo del Corso, nato dalla proficua collaborazione tra alcune Società Scientifiche, la SIPMO e la SICMF in primis per la parte scientifica, e la CAO (Commissione Nazionale dell’Albo degli Odontoiatri) per la parte organizzativa, è quello di aggiornare gli odontoiatri sui protocolli di prevenzione e di management dedicati ai pazienti che devono assumere o già assumono tali farmaci.

La prevenzione rimane tuttora l’approccio più significativo per la tutela della salute orale nei pazienti che necessitano dell’assunzione dei farmaci associati al rischio di osteonecrosi.

Ridurre la possibilità che si instaurino eventi infiammatori o infettivi e si riducano, perciò, le procedure invasive, ponendo l’attenzione al mantenimento nel paziente di una corretta igiene orale, deve essere l’obiettivo primario.

ISCRIZIONE – L’iscrizione al convegno è gratuita e va effettuata entro le ore 14 di giovedì 30 novembre 2017. I medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e tutti i medici dipendenti dell’AUSL di Piacenza possono iscriversi inviando una email a convegni@ordinemedici.piacenza.it .

Tutti gli altri medici devono invece iscriversi tramite l’area “registrazione ai corsi” del sito dell’AUSL di Piacenza (www.ausl.pc.it) che prevede la registrazione e l’acquisizione delle credenziali di accesso per l’iscrizione agli eventi.

I convegnisti che NON si registreranno secondo le modalità indicate, potranno partecipare in qualità di uditori ma non otterranno i crediti ECM.

Per l’evento è stato richiesto l’accreditamento ECM per medici e odontoiatri (100 posti).

Segreteria organizzativa: OMCeO di Piacenza, via San Marco 27, tel. 0523 323848, email: convegni@ordinemedici.piacenza.it. Provider ECM. n. PG20120105752: Qualità e Formazione AUSL di Piacenza – Codice ECM evento n. 173429.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.