PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piacenza, a caccia di…Indiani nella trasferta di Pistoia 

Nella quindicesima giornata di Serie C il Piacenza fa visita alla Pistoiese (domenica 16.30), in un vero e proprio test per difendere l’ultima piazza utile per accedere ai play-off. 

Più informazioni su

Nella quindicesima giornata di Serie C il Piacenza fa visita alla Pistoiese (domenica 16.30) in un vero e proprio test per difendere l’ultima piazza utile per accedere ai play-off.

Le due squadre sono infatti divise da due punti, rispettivamente al decimo ed undicesimo posto della graduatoria, e dunque il prossimo match diventa importante per entrambe le formazioni.

Per la verità la classifica rimane cortissima, con appena cinque punti tra la quarta piazza occupata dall’Olbia ed i biancorossi: centrando un paio di risultati netti consecutivi si ha la possibilità di cambiare volto ad una stagione che presenta sin qui un netto equilibrio nelle posizione di centro-alta classifica.

La sfida del Marcello Melani arriva per il Piacenza dopo due match ben giocati con Giana e Carrarese ma che hanno portato in dote solo il punto di Gorgonzola: episodi arbitrali avversi, errori sotto porta e qualche squalifica di troppo hanno rallentato la crescita della squadra di Franzini, che dopo la netta vittoria di Prato sembrava aver imboccato, sia in termini di gioco che di qualità, la via corretta.

La Pistoiese rappresenta sempre un banco di prova importante: una squadra esperta, di categoria, sempre difficile da superare tra le mura amiche. Dopo la scorsa stagione, nella quale il duo Remondina-Atzori ha fallito l’aggancio ai play-off con una classifica quasi sempre deficitaria ed ai limiti della zona retrocessione, la società ha affidato la guida tecnica a Paolo Indiani, reduce da un quinquennio fortunato sulla panchina del Pontedera.

Gli arancioni, dopo un ottimo avvio di campionato con due vittorie iniziali su Monza ed Arezzo, hanno superato nelle ultime 11 partite solo il Prato in casa inanellando ben sette pareggi (record del girone insieme al Pisa) ed evidenziando problemi soprattutto in fase realizzativa con appena 7 reti siglate tra le mura amiche (solo Cuneo, Alessandria e Gavorrano hanno fatto peggio).

A parte l’attaccante Franco Ferrari, autore di 6 reti (3 delle quali però su rigore), solo il centrocampista Luperini ed il centravanti di riserva Vrioni sono andati in doppia cifra costringendo Indiani a dare maggiore concretezza passando dal 3-5- 1-1 al 3-4- 2-1.

Davanti al portiere Zaccagno giostra una difesa a tre con Zullo, Rossini e Nossa (o Quaranta); a centrocampo Mulas e Regoli agiscono come esterni, mentre in mediana Hamlili e Luperini si muovono da interni dietro ai trequartisti Surraco e Zappa). In avanti, in alternativa all’argentino Ferrari, può essere schierato Vrioni.

Giancarlo Tagliaferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.