PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piacenza, col Prato l’occasione per muovere la classifica

La vittoria in casa biancorossa manca da esattamente un mese, quando fu il Gavorrano a lasciare strada al Piacenza, con un netto tre a zero, nell’infrasettimanale del 4 ottobre

Più informazioni su

La vittoria in casa biancorossa manca da esattamente un mese, quando fu il Gavorrano a lasciare strada al Piacenza, con un netto tre a zero, nell’infrasettimanale del 4 ottobre.

Da allora due sconfitte ed un pareggio, con nessuna rete segnata, che hanno riportato la squadra ai limiti della zona play-off.

Ora la sfida con il Prato arriva propizia per cercare di riavviare una graduatoria che si è fatta gradualmente meno allegra, al pari di prestazioni che hanno lasciato qualche dubbio in fase offensiva.

La formazione del tecnico Pasquale Catalano, che gioca le proprie gare interne sul neutro sintetico di Pontedera, arriva da un periodo molto difficile con appena un punto nelle ultime sei giornate, ottenuto sul campo del Pro Piacenza, che ha relegato i toscani al penultimo posto con 6 punti.

Ben 19 le reti subite dai lanieri, che ne fanno la peggior difesa del campionato al pari del fanalino di coda Gavorrano, mentre l’attacco si basa quasi esclusivamente sulle qualità balistiche del mancino Ceccarelli, autore sino ad ora di 6 delle 10 reti complessive, con l’attaccante Tchanturia ed il centrocampista Guglielmelli unici altri giocatori ad andare in gol da inizio stagione.

In casa il Prato ha superato solo il Gavorrano e pareggiato con il Livorno, mentre ha alzato bandiera bianca contro Carrarese e Monza con un fardello complessivo di nove reti la passivo al “Mannucci” in appena quattro incontri.

Catalano, la cui posizione appare in dubbio nonostante il recente rinnovo contrattuale da parte del contestato presidente locale Toccafondi, è solito schierare un modulo offensivo con due trequartisti dietro ad un’unica punta.

ll 4-3-3 prevede Alastra in porta; Polo, Martinelli, Marzorati e Badan in difesa; Guglielmetti, Gargiulo e Fantacci (o Marini) in mediana; attacco a tre con Piscitella largo a sinistra, Ceccarelli a destra e uno tra Orlando e Tchanturia in avanti.

Per l’occasione appaiono in dubbio i difensori Ghidotti e Polo ed il centrocampista Gargiulo, mentre il georgiano Thcanturia rientra dopo la squalifica.

Giancarlo Tagliaferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.