PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Qualcuno Tornò sul Nido del Cuculo”, la presentazione da Biffi Arte foto

Il libro è nato dall’incontro tra tre aspiranti scrittori e i redattori di Radio Shock Piacenza

L’incontro tra tre aspiranti scrittori e i redattori di Radio Shock Piacenza.

Il risultato è libro “Qualcuno Tornò sul Nido del Cuculo” (Edizioni Officine Gutenberg), presentato giovedì pomeriggio da Biffi Arte a Piacenza.

Un volume – tengono a sottolineare gli autori – frutto di un lavoro collettivo: non si tratta di storie o momenti “rubati” e “romanzati”, ma di racconti tratti da biografie personali.

Radio Shock è un’esperienza editoriale nata dieci anni fa in seno al Centro di Salute Mentale di Piacenza che  raccoglie pazienti e operatori, che ha trasmesso e trasmette da alcune radio locali di Piacenza (Radio Sound e Radio Fiore) ed è in rete sul sito www.radioshock.biz.

La specialità dei redattori di Radio Shock è quella di fare interviste, con dei faccia a faccia, a personaggi in vista della città e non solo. Molti ricorderanno la loro partecipazione fissa al programma televisivo di Daria Bignardi Le Invasioni Barbariche.

Oppure le interviste impossibili che hanno visto illustri concittadini interpretare persone e monumenti famosi – tra queste l’intestino interpretato dal prof. Fabio Fornari e tra gli ultimi John Kennedy impersonato da Alberto Fermi e il Palazzo Gotico nella versione fornita da Giorgio Lambri -.

Da queste sono usciti due libri:  “Le 50 interviste ++ “pazz”e.. del mondo” e “Per me va bene il pareggio”, ma questo nuovo prodotto è qualcosa di differente.

In “Qualcuno Tornò sul Nido del Cuculo” si immagina una corriera che improvvisamente ha un guasto (citazione omaggio a “La Corriera Stravagante/The Wayward Bus “ di John Steinbeck), i passeggeri scendono e scoprono un edificio dove riescono a rimettere in funzione una vecchia radio abbandonata e da questi microfoni si mettono a narrare delle storie.

Le storie sono diventati racconti, risultato dei lavori di gruppo, condotti da Brunello Buonocore, Giovanni Battista Menzani e Marco Murgia: scritti lievi, ma non comici e che soprattutto non cadono nella tentazione di fare delle caricature.

Il libro è disponibile in librerie ed edicole.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.