PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

San Giorgio ricorda l’asso dell’aviazione Luigi Gorrini

Mercoledì sera nuova iniziativa dedicata al ricordo della Medaglia d’Oro al Valore Militare in occasione del centenario della sua nascita
 

Più informazioni su

“Luigi Gorrini dai cieli di guerra a San Damiano” è il titolo scelto per la seconda iniziativa nella nostra provincia (la prima è stata l’inaugurazione, a Castelnuovo Fogliani di Alseno, di un monumento a mosaico realizzato da Antonio Santi il 23 settembre scorso) dedicata al ricordo della Medaglia d’Oro al Valore Militare in occasione del centenario della sua nascita.

Mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 21, nel Salone d’Onore del Comune di San Giorgio Piacentino (Piacenza), dopo i saluti del Sindaco Giancarlo Tagliaferri, del Comandante del distaccamento aeroportuale di San Damiano tenente colonnello Giovanni Fuochi, del presidente provinciale Assoarma, Generale Raffaele Campus, e del generale Renzo Rossi, l’Asso piacentino dell’Aviazione italiana sarà ricordato dal Generale piacentino Fabrizio Castagnetti, già Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano.

A moderare gli interventi sarà lo storico e coordinatore dell’Istituto Agrario di Cortemaggiore, prof. Amedeo Ferri che presenterà i punti salienti della celebrazione.

Per l’occasione l’artista filosofo e scrittore Karl Evver ha realizzato il quadro “Difesa del nostro cielo” che verrà esposto, analizzato e spiegato dall’artista stesso. Un’occasione per confermare come che si possa fare arte, al di fuori dai temi imposti dal conformismo internazionale, affrontando temi storici in piena libertà estetica.

L’evento è stato organizzato dal Comune di San Giorgio Piacentino, in collaborazione con il Comune di Alseno, le sezioni piacentine dell’Associazione Arma Aeronautica e dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, la famiglia Bonomini.

Per l’occasione sono state create cartoline, in tiratura limitata e numerata raffigurante l’immagine inedita del Pilota accanto ad un Fiat CR42 durante la Regia Aeronautica.

“Ho pensato a conclusione del centenario dalla nascita di Luigi Gorrini – commenta il Sindaco di San Giorgio Giancarlo Tagliaferri – che fosse doverosa un’iniziativa nel Comune di San Giorgio che ospita il cinquantesimo Stormo dove egli è stato in servizio fino alla conclusione della carriera. Un ponte ideale quindi dai cieli di guerra alla pista di San Damiano utilizzata negli anni dell’aeronautica militare per portare la pace al di fuori dei confini nazionali”.

“La presenza della base di San Damiano per noi sangiorgini – conclude il Sindaco – è sempre stata e sempre sarà motivo di vanto ed orgoglio e ancora di più lo è nel momento in cui possiamo ricordare un Asso dell’Aviazione italiana come Gorrini che qui ha operato per trasmettere le sue capacità, il suo indomito coraggio e la sua professionalità alle giovani generazioni di piloti”.

Per questa occasione a fine serata sarà eccezionalmente possibile visionare l’esposizione di alcuni documenti, cimeli e onorificenze appartenuti alla Medaglia d’Oro di Alseno.

Chi è Luigi GorriniLuigi Gorrini è stato uno degli ultimi grandi assi dell’aviazione della Regia Aeronautica, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Il suo curriculum è costituito da 132 azioni, 24 aerei abbattuti, 2 ferite, un lancio con il paracadute, un atterraggio fuori campo, diverse citazioni sul bollettino di guerra e numerose decorazioni concesse.

Luigi Gorrini nasce ad Alseno, in provincia di Piacenza, il 12 luglio del 1917. Giovanissimo, a venti anni, nel 1937, si arruola nella Regia Aeronautica. Terminato il corso di pilotaggio presso la Scuola di Specializzazione di Castiglione del Lago, Gorrini fa richiesta di essere assegnato al 3°Stormo Caccia Terrestri, inquadrato nella 2^ Divisione Aerea Borea con sede presso l’aeroporto di Torino-Mirafiori.

Il 17 giugno del 1939 ottiene il trasferimento al reparto ed integrato all’85^ Squadriglia del 18° Gruppo con il grado di sergente pilota e vi rimase fino all’armistizio di Cassibile, 1’8 settembre 1943. Poi entra nelle file dell’Aeronautica Nazionale Repubblicana (ANR) fin quasi al termine del conflitto.
 
Ricompense concesse – Decorato con una Medaglia d’oro al Valor Militare, due di Bronzo, la Croce di Ferro tedesca di prima e seconda classe.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.