PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Telefono Rosa ‘Mai visti contributi mensili’ Calza “Numeri contenuti nella relazione” foto

Telefono Rosa e centro antiviolenza a Piacenza, nei giorni scorsi la presidente della conferenza socio sanitaria Patrizia Calza ha fornito un dettagliato elenco dei contributi arrivati all'associazione. Ma la presidente, Donatella Scardi, replica 'i 12.047 euro al mese menzionati non ce li siamo neppure sognati'. La replica di Calza

Più informazioni su

Telefono Rosa e centro antiviolenza a Piacenza, nei giorni scorsi la presidente della conferenza socio sanitaria Patrizia Calza ha fornito un dettagliato elenco dei contributi arrivati all’associazione. Ma la presidente, Donatella Scardi, ha replicato ‘i 12.047 euro al mese menzionati non ce li siamo neppure sognati’. Di seguito, ecco il suo intervento inviato in redazione. 

‘In riferimento alle dichiarazioni apparse in data 17 novembre 2017, specifichiamo quanto segue: dal mese di maggio 2017 sul sito di Telefono Rosa Piacenza (www.telefonorosadonnepc.it   –  pag. 3 “allegati al comunicato stampa”) sono visibili, a chiunque volesse approfondire, tutti i movimenti bancari che evidenziano la provenienza, gli importi e le date di erogazione dei contributi oggetto delle suddette dichiarazioni; affermiamo comunque, con intenti di onestà e  chiarezza, che i 12.047 euro al mese menzionati non ce li siamo mai neppure sognati’ dice la presidente di Telefono Rosa Donatella Scardi. 

‘E’ ed è stata sempre nostra consuetudine ringraziare pubblicamente tutte le persone che a vario titolo sentiamo partecipi al nostro lavoro sociale e non solo economicamente; ringraziamo pertanto per l’impegno futuro previsto, nelle dichiarazioni citate, di sostegno alla nostra attività ed invitiamo Patrizia Calza presso il nostro Centro al fine di illustrarle il nostro impegno e la nostra contabilità’.

La risposta della presidente della Conferenza provinciale sociosanotaria Patrizia Calza – La nota stampa

Per chiarezza e senso di responsabilità nei confronti dei colleghi sindaci, mi corre l’obbligo di intervenire in merito ai finanziamenti pubblici a favore del Centro Antiviolenza, per precisare che i dati e i numeri resi noti sono frutto di un puntuale lavoro svolto dall’Ufficio Tecnico di Supporto a servizio della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria.

L’esito del lavoro è stato presentato ufficialmente alla sottoscritta così come a tutti i Componenti dell’Ufficio di Presidenza in occasione della seduta del 30 ottobre precisamente al Punto 1. CENTRO ANTIVIOLENZA E CASA RIFUGIO: ricostruzione finanziamenti 2015-2016 e proposta dell’ Ufficio Tecnico di Supporto alla CTSS PC all’Ufficio di Presidenza CTSS PC per garantire la continuità della rete antiviolenza provinciale.

Il testo completo della relazione, richiesta dai sindaci per un doveroso approfondimento, nell’ottica della trasparenza e della chiarezza, verrà pubblicata nei prossimi  giorni sul sito della CTSS, affinchè chiunque abbia interesse possa consultarlo.

E’ chiaro che il ruolo istituzionale che rivesto, non mi consente di riferire opinioni soggettive su questioni così delicate, come l’utilizzo di risorse pubbliche, ma anzi mi obbliga ad attenermi rigorosamente ai fatti.

Sono sicura che l’audizione dei rappresentanti del Centro in una prossima seduta dell’Ufficio di Presidenza della CTSS potrà chiarire definitivamente la questione. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.