PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Volley, Pavidea super: battuta Picco Lecco (3-1)

Era considerata un mission impossible e invece le ragazze di Marini hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo aggiudicandosi, al termine di una splendida contesa, i 3 punti in palio sovvertendo ogni pronostico

Più informazioni su

Era considerata un mission impossible e invece la Pavidea Ardavolley ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e al termine di una splendida contesa si è aggiudicata i tre punti in palio sovvertendo ogni pronostico contro la corazzata Picco Lecco.

C’era un po’ di timore reverenziale verso un sestetto che vantava giocatrici con trascorsi, anche recenti, di Serie A1 e A2, allenate da un coach esperto con un curriculum da far invidia a chiunque.

Ma lo sport continua ad insegnare che ogni partita fa storia a sè, che spesso con umiltà, dedizione, voglia di vincere e voglia di aiutarsi in campo, si possono compiere autentiche imprese sportive e sicuramente sabato sera Donida e compagne hanno scritto una delle più belle pagine della storia biancorossa.

PRIMO SET – Il primo punto del match lo mette a referto Elena Donida che fa capire da subito alle proprie compagne che le avversarie sono brave ma non sono extraterrestri. Equilibrio iniziale poi Lecco prova a dare una spallata con un paio di muri da altezze vertiginose di Bruno. 10-7 per le lombarde.

Timeout e al rientro in campo le biancorosse si trasformano. Parziale di 7 punti consecutivi tra i quali spiccano 2 ace di Ambra Nicoli, autentica protagonista della serata. 14-10 Fiorenzuola e stavolta è Gianfranco Milano a chiamare il tempo di sospensione.

Ma l’effetto sortito è diverso. Le ragazze di patron Bargazzi sentono “l’odore del sangue” e affondano con Sara Reverberi protagonista a muro e in attacco. 22-12 per le biancorosse. Lancini e Bruno provano a reagire ma un errore in battuta di Stomeo consegna il primo set alle padrone di casa. 25-17

SECONDO SET – Ti aspetti una reazione veemente delle ospiti e invece anche nella prima parte di secondo set regna equilibrio. 8-8 con in evidenza Serena Tosi da una parte e Arianna Lancini dall’altra. Le due palleggiatrici danno spettacolo, con soluzioni funamboliche e difese che fanno spellare le mani al folto pubblico presente.

Ancora equilibrio fino al 12 pari, poi Fiorenzuola mette il turbo. Parziale 7-0 con Cattaneo che inizia a martellare in fast e Nicoli che varia il gioco supportata da una ricezione molto positiva.

Lecco è in ginocchio e a nulla valgono i cambi di coach Milano che inserisce Fezzi e Asiaghi senza essere ripagato dalle scelte. Muro tetto di Cattaneo che porta Fiorenzuola al set point. Al secondo tentativo chiude Serena Tosi con un attacco bomba dei suoi. 25-18 e pubblico in delirio che si stropiccia gli occhi.

TERZO SET – La Pavidea Ardavolley parte forte anche nel terzo set grazie a Fabiana Dalpedri (ottima prova la sua oggi) e vola 6-4 ma stavolta esce l’orgoglio delle atlete ospiti capitanate da Benny Bruno devastante a muro.

La fuga buona stavolta è quella di Lecco che improvvisamente cambia passo mentre le biancorosse tirano il fiato. Qualche errore di troppo di Fiorenzuola e Lecco vola 22-13. Timida reazione con un paio di pipe vincenti di Tosi, ma alla fine è Ester Franco (vista sottotono oggi, ndr) a chiudere il set 25-16 con una bella parallela da posto 2. 16-25.

QUARTO SET – Tra i tifosi di casa c’era un po’ di apprensione dopo il terzo set e il timore era che la squadra avesse dato tutto nei primi due set finendo la benzina. E invece Donida and company dimostrano di avere tutta l’energia del mondo e partono alla grande.

E’ proprio lei, capitan Elena, a dare il buon esempio usando con maestria le mani del muro avversario e bucarlo ripetutamente. Ben coadiuvata da Dalpedri e Cattaneo, Donida mette in terra la palla che vale il 10-5 e comincia a far credere al pubblico che ce la si può davvero fare.

Lecco si innervosisce e sbaglia tanto, Nicoli piazza il terzo ace di giornata, Tosi si fa viva sul più bello e il tabellone dice 20-11 per la squadra di casa. La Picco alza bandiera bianca e il finale è una formalità.

La soddisfazione di mettere a terra l’ultimo pallone è di Fabiana Dalpedri, ragazza splendida, umile, lavoratrice che merita questa gioia. Il set si chiude con un 25-14 impietoso, segnale di un autentico dominio biancorosso.

Applausi a tutte le protagoniste della contesa e un plauso particolare a Coach Marini che ha preparato un piano gara minuzioso, seguito alla perfezione dalle ragazze.

Avanti così, ora la testa deve essere rivolta a Marudo per la sfida da alta classifica di sabato prossimo.

Pavidea Fiorenzuola – Acciaitubi Picco Lecco 3-1
(25-17 25-18 16-25 25-14)

Fiorenzuola : Donida 15, Cattaneo 12, Nicoli 4, Reverberi 12, Tosi 11, Ermoli, Coti Zelati (L), Morelli, Dalpedri 11. NE : Milanesi, Ferrigno, Tonini, Gandolfi. All. Marini.

Lecco: Bruno 11, Spreafico 6, A.Lancini 13, Franco 9, Pastrenge (L), Ferrario 4, Stomeo 7, Asiaghi, Fezzi 1. NE: Mainetti, Corrente, M.Lancini. All. Milano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.