PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Wixo Lpr cede al tie break contro Civitanova (3-2) foto

Sul campo dei campioni d'Italia Piacenza, sotto di un set, è stata capace di pareggiare e di portarsi sul 2-1 prima di subire il ritorno dei padroni di casa

Più informazioni su

Questa volta il tie break è fatale a Wixo Lpr, che a Civitanova interrompe la striscia di vittorie.

Gara equilibratissima quella andata in scena all’Eurosuole Forum, vinta dai campioni d’Italia in rimonta grazie all’apporto della panchina e di un super Tsevtan Sokolov, MVP di giornata e anche top scorer con ben 29 punti (59% in attacco, 2 muri e 3 ace).

Con il tecnico di casa Giampaolo Medei che rispetto a domenica scorsa ripropone Grebennikov titolare nel ruolo di libero, sacrificando Stankovic al centro per schierare la coppia di schiacciatori Juantorena-Sander, è il servizio l’arma vincente dei campioni d’Italia nel primo parziale, che inizia sotto una buona stella per gli emiliani.

Sotto 10-13 dopo un contrattacco di Clevenot, i biancorossi di casa riescono a ricucire lo strappo sul turno al servizio di Juantorena (anche un sontuoso 83% in attacco per lui), che, complice un fallo di accompagnata fischiato proprio al già citato martello francese, riacciuffa la parità a quota 17.

Poi sono un ace di Sokolov (5 punti, 67% sulle schiacciate) e il successivo attacco di prima intenzione da parte di Sander, sulla ricezione errata dei piacentini, a regalare il primo break del match ai cucinieri, che risulterà decisivo. Finisce 25-22 con il servizio out di Alletti.

E’ la difesa la chiave della riscossa Wixo nel secondo set. Che vede la squadra di Giuliani prendere subito in mano le redini della situazione. Merito delle risposte sempre positive fornite a Baranowicz dai suoi attaccanti di banda, ma anche dei troppi errori della Cucine Lube (9, di cui 4 in attacco). Sul 13-8 sancito da un attacco out di Sander, Medei cambia l’americano con Kovar, provvedendo subito dopo a gettare nella mischia anche capitan Stankovic, per Cester. Ma la musica è sempre la stessa.

Piacenza è ordinata in tutti i fondamentali, sfodera un cambio palla regolare (63% di squadra in attacco contro il 40% degli avversari, con Parodi e Alletti al 100% di efficacia, e Fei al 71% su 7 schiacciate) e trova il massimo vantaggio sul 18-12, che arriva con un errore di Sokolov. Chiude un servizio vincente di Baranowicz, sul 25-18.

Nel terzo set la Wixo LPR continua sulla strada intrapresa in precedenza, mettendo in vetrina un buon Parodi e riuscendo in più ad amplificare gli evidenti problemi di serata in attacco da parte della Lube con un muro granitico. Ben 5 i blocchi vincenti della formazione ospite nel parziale, con i due consecutivi dell’ottimo Alletti (prima su Juantorena, poi su Sokolov) che segnano il massimo vantaggio ospite, addirittura sul 21-13.

La Lube? Sfodera una reazione d’orgoglio dopo gli ingressi in campo di Zhukouski e Stankovic, che resteranno in gioco nel set successivo, ma si inceppa proprio sul più bello. Ovvero dopo essere risalita fino al 22-24, quando Stankovic spara out il servizio chiudendo le ostilità sul 25-22 in favore degli emiliani.

Spronati dal pubblico e soprattutto dal tecnico Medei, i campioni d’Italia tornano in campo con tutt’altro piglio nel quarto set. Dominato in lungo e in largo grazie ai velenosissimi turni in battuta del solito Juantorena, coadiuvato in attacco da un super Sokolov (8 punti, 80%), dall’ottima prestazione a muro di Jiri Kovar (4), che in avvio con due blocchi vincenti di fila spiana la strada ai suoi scrivendo il 7-3, e nel finale decreta ufficialmente la conquista del tie break mettendo a terra l’attacco del 25-18.

E nel quinto, la Cucine Lube Civitanova rimonta dal 3-6 firmato da Clevenot mettendo il muso davanti con un ace di Kovar (8-7), quindi trova il break della fuga con un muro di Sokolov su Parodi (12-10) e il successivo contrattacco in pipe di Juantorena (13-10). Chiude l’MVP Sokolov sul 15-12.

Tsimafei Zhukouski (Cucine Lube Civitanova): “Vittoria importantissima proprio perché arrivata soffrendo molto, e in rimonta. Quindi, sono due punti sicuramente guadagnati. La squadra ha dimostrato ancora una volta gran carattere, così come la qualità dell’intera rosa. Sono contento di aver potuto fornire il mio contributo in maniera concreta. E adesso rimbocchiamoci nuovamente le maniche per pensare al prossimo impegno. Domenica a Monza ci aspetta un’altra battaglia e dovremo farci trovare pronti”.
 
Simone Parodi (Wixo LPR Piacenza): “Da una parte siamo dispiaciuti per il risultato finale, dall’altra penso invece che dovremmo essere soddisfatti per essere riusciti a giocare alla pari contro una squadra fortissima come la Lube, che punta allo Scudetto. Stiamo lavorando bene in palestra e credo che stasera si sia visto anche in campo. Dobbiamo proseguire su questa strada. Oggi la differenza nel momento clou l’hanno fatta le loro grandi individualità, Sokolov su tutti”.

Classifica
Sir Safety Conad Perugia 21, Azimut Modena 18, Cucine Lube Civitanova 17, Bunge Ravenna 14, Wixo LPR Piacenza 13, Kioene Padova 10, Calzedonia Verona 9, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 8, Revivre Milano 8, Taiwan Excellence Latina 8, Diatec Trentino 7, Gi Group Monza 6, BCC Castellana Grotte 4, Biosì Indexa Sora 1.
 
1 incontro in meno: Bunge Ravenna, Calzedonia Verona, BCC Castellana Grotte.
1 incontro in più: Wixo LPR Piacenza.
 

Cucine Lube Civitanova – Wixo LPR Piacenza 3-2
(25-22, 18-25, 22-25, 25-18, 15-12)

Cucine Lube Civitanova: Christenson 0, Juantorena 21, Cester 5, Sokolov 29, Sander 3, Candellaro 3, Grebennikov (L), Stankovic 1, Zhukouski 1, Kovar 10. N.E. Casadei, Milan, Marchisio. All. Medei.

Wixo LPR Piacenza: Baranowicz 6, Clevenot 15, Alletti 10, Fei 17, Parodi 14, Yosifov 7, Giuliani (L), Cottarelli 0, Manià (L), Marshall 0, Kody 0. N.E. Di Martino, Hershko. All. Giuliani. ARBITRI: Boris, Zanussi. NOTE – durata set: 26′, 23′, 28′, 25′, 17′; tot: 119′.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.