PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ancarano, sorpresi a razziare la villetta (col bottino). Quattro arresti foto

Quattro le persone finite in manette nel tardo pomeriggio di martedì 5 dicembre con l'accusa di furto aggravato in concorso. Si tratta di tre soggetti di origine albanese, due 32enni e un 34enne, e di un 55enne piacentino, residente a Podenzano.

Più informazioni su

Sorpresi dai carabinieri mentre razziano una villetta di Ancarano di Rivergaro (Piacenza). Quattro le persone finite in manette nel tardo pomeriggio di martedì 5 dicembre con l’accusa di furto aggravato in concorso

Si tratta di tre soggetti di origine albanese, due 32enni e un 34enne, e di un 55enne piacentino, residente a Podenzano.

A metter fine al furto i militari del Norm (nucleo operativo e radiomobile) di Piacenza, che stavano pattugliando la zona proprio per un servizio mirato al contrasto dei reati predatori. 

Gli operatori delle forze dell’ordine hanno notato un’auto sospetta aggirarsi nell’abitato della frazione della Val Trebbia e ne hanno seguio attentamente i movimenti.

I malviventi dai campi hanno raggiunto una villa, forzando poi una portafinestra posta sul retro per entrare all’interno.

La casa in quel momento era disabitata, ma poco dopo è rientrata la proprietaria, che ha notato le luci accese e sentito dei rumori sospetti. 

La banda ha quindi cercato la fuga, ma ad attenderli c’erano i carabinieri che li hanno prontamente bloccati.

Subito dopo è stata sequestrata la merce rubata (piumini, giacche, monili in oro, nella foto) per un valore superiore a 5mila euro. Articoli sottratti nell’abitazione dove sono stati colti sul fatto e in altre due villette di Ancarano, svaligiate quello stesso pomeriggio. 

I militari hanno controllato le due auto nelle loro disponibilità, dove hanno rinvenuto tutta numerosa attezzatura da scasso compreso un grosso flessibile (nella foto). 

Tutta le refurtiva è stata recuperata e i quattro condotti alle Novate in attesa del processo per direttissima di oggi. 

Il comandante provinciale dell’Arma Corrado Scattaretico ha sottolineato che i controlli e l’opera di prevenzione contro i furti in abitazioni private proseguirà senza sosta nei prossimi giorni, e l’importanza dell’immediata segnalazione dei cittadini, che consente alle forze dell’ordine di operare con tempestività, fondamentale anche per recuperare e restituire il maltolto.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.