PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Automobiline e bambole: per S. Lucia a vincere è la tradizione? foto

Emerge, già scrutando le vetrine, che il Natale 2017 si conferma nel segno della tradizione. L’andirivieni di genitori, nonni e zii è costante: ognuno alla ricerca del giocattolo

Più informazioni su

Santa Lucia si avvicina e il Natale è alle porte. Crisi o meno, le famiglie italiane non pare rinuncino ad accantonare qualche soldo per giochi e giocattoli.

Ma nell’era tecnologica che viviamo, sono i videogiochi a spuntarla?

Siamo andati a curiosare in due negozi del centro di Piacenza: “C.Sgorbati” (in via Giordani 4) e da “I giochi di Stefania e Paolo”(in via Chiapponi 35).

Emerge, già scrutando le vetrine, che il Natale 2017 si conferma nel segno della tradizione. L’andirivieni di genitori, nonni e zii è costante: ognuno alla ricerca del giocattolo che meglio soddisfi le passioni di chi riceverà il regalo, ma l’occhio rimane attento con lo scopo di stimolare la fantasia e scoraggiare quel mondo ermetico che rischia di crearsi giocando ai videogiochi, a volte caratterizzati da pesanti contenuti violenti e macabri.

Constatiamo che per i maschietti di tutte le età la scelta sembra più facile. Sembra infatti una strada tutta in discesa scegliere tra i vari set della Lego, ma anche i neofiti del settore scopriranno presto che è una vera e propria giungla di mattoncini.

Sono tantissimi e per tutte le tasche. Si va dai supereroi del momento (Hulk, Wonder Woman, Batman, Superman, Iron Man), ai set di Star Wars (un acquisto reso ancor più gustoso dall’ormai imminente uscita del nuovo film di Guerre Stellari, il 13 dicembre prossimo e del kolossal Marvel “Avengers – Infinity War” che sarà al cinema dal 25 aprile 2018).

Apriamo un inciso: alcuni pezzi sono talmente apprezzati e ricercati da essere diventati, già da qualche anno, un ottimo prodotto che ci si regala anche tra adulti.

Un buon regalo lo si rivelano essere anche i prodotti della PlayMobil (dalla nuova serie Ghostbusters ai più classici set del mondo medievale o quelli dedicati alle forze dell’ordine e ai pompieri). Oppure, restando sul “grande classico” di Natale: scegliendo un gioco in scatola.

Per le bambine vanno forte le bambole, tuttavia l’arcinota Barbie nel 2017 deve fare i conti con Elsa di Frozen e con altre competitor che riproducono personaggi dei cartoon della Disney.

Ci viene data conferma che le più piccole amano coccolarsi un bebè pupazzo (tutto da abbracciare e da portare a spasso), stupisce che a quelle un po’ più grandicelle piacciano i Lego e – pur preferendo quelli della serie Friends – non disdegnino per niente i supereroi Marvel e DcComics, e apprezzino i personaggi di LegoMovie.

I maschietti confermano l’interesse per le automobiline, meglio se in metallo e ben fatte, e fanno faville per quelle che riproducono mezzi della polizia, ambulanze e vigili del fuoco (con tanto di luci blu lampeggianti e sirene). Infine i classici soldatini sono stati per lo più rimpiazzati da cavalieri e spadaccini che dovranno fare i conti con troll butterati, orchi giganti e draghi sputafuoco.

I genitori sono avvisati: a ogni Bellerofonte deve corrispondere una Chimera, altrimenti il divertimento viene meno.

Stefano Pancini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.