PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Banche popolari e “controriforma”, presentato a Milano il libro di Sforza Fogliani foto

Esce in libreria a fine novembre il volume scritto da Corrado Sforza Fogliani sulla riforma delle banche popolari

Più informazioni su

La riforma delle Banche Popolari ha colpito un sistema che per centocinquant’anni ha finanziato la crescita delle Piccole e medie imprese che rappresentano il tessuto connettivo del Paese.

Perché questo sistema è stato colpito in Italia e mantenuto altrove? A chi faceva comodo –magari in Europa – indebolire il nostro apparato industriale già messo a dura prova da dieci anni di crisi economica e dalla moneta unica?

Se lo chiede Corrado Sforza Fogliani, presidente dell’Associazione nazionale fra le Banche Popolari, in un suo libro (Siamo molto popolari – Controstoria di una riforma che arriva da lontano e porta all’oligopolio bancario, edizioni Rubbettino) in libreria dal 30 novembre e che è stato resentato alla sede Abi di Milano, mentre il 12 dicembre sarà a Roma pure all’Abi-Palazzo Altieri, piazza del Gesù 49.

Il testo reca in appendice una ricca documentazione fra cui le tabelle (con dati aggiornati al 13 settembre 2017) dei principali azionisti di 11 banche spa italiane nonché le ordinanze del dicembre dell’anno scorso del Consiglio di stato ed il testo integrale dell’intervento del presidente Sforza Fogliani alla Camera sui 140 anni di Assopopolari. Indice dei nomi e indice delle banche citate.

(nota stampa)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.