Quantcast

Calendasco, tagliano la rete e “svuotano” la discarica. Un arresto foto

Tagliano la rete e “svuotano” la discarica di Calendasco (Piacenza), un arresto. Un copione andato in scena a Pontenure e che si è replicato a distanza di sette giorni nel paese della bassa Valtrebbia. Anche in questo caso l’allarme è partito dai cittadini, che domenica, verso le 13.30, hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi dell’area ecologica di via Matteotti.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di San Nicolò, che hanno notato un varco aperto nella recinzione e poi sorpreso all’interno un uomo, intento a fare incetta di vari articoli. Inizialmente ha tentato di divincolarsi dai militari, ma poi ha subito desistito. Lo straniero, un tunisino 41enne residente a Calendasco e incensurato, è stato arrestato per furto aggravato in concorso. Con lui infatti  c’era anche un complice, che però è riuscito a scappare.

I militari stanno lavorando alla sua identificazione. Sull’Opel Astra intestata al 41enne e parcheggiata all’esterno della discarica, erano già stati caricati numerosi articoli, quali giocattoli, assi di compensato, piccoli elettrodomestici, dvd, abbigliamento e calzature varie. Sul sedile anteriore inoltre le forze dell’ordine hanno trovato la pinza e la tenaglia utilizzate per tagliare la rete. L’arrestato oggi sarà processato per direttissima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.