Quantcast

Castello, 23enne sorpreso all’uscita da lavoro con 3 videogiochi. Arrestato

Magazziniere di Castel San Giovanni (Piacenza) sorpreso all’uscita da lavoro con tre videogiochi rubati. Merce dal valore complessivo di 160 euro, che è costata al giovane l’arresto con l’accusa di furto aggravato.

A contattare i carabinieri della stazione di Castello un addetto alla vigilanza, che ieri mattina ha fermato il ragazzo, un 23enne italiano, dopo che la barriera antitaccheggio del deposito è scattata al suo passaggio.

Sul posto sono arrivati i militari che lo hanno perquisito, scoprendo che nelle tasche aveva tre schede per console portatile, prelevate dalle confezioni custodite all’interno del magazzino. Il ragazzo, con alcuni precedenti specifici e residente a Castel San Giovanni, è finito in manette.

Oggi è comparso in tribunale dove il legale difensore ha chiesto i termini a difesa. In attesa del processo, rinviato al 5 marzo, per il giovane è stato disposto l’obbligo di firma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Claudia

    Domanda: ma per le assunzioni non viene richiesto i certificato penale? Oppure sono tutte persone che hanno contratti al limite messi lì’ dalle famose agenzie di lavoro che pagano al ribasso? Ovvio che, in questo caso, non vanno troppo per il sottile! Questa è’ la nuova politica del lavoro e gente che cerca lavoro, con ottimi curriculum, sono a spasso da anni,.,,,chi si deve ringraziare???

    1. Scritto da AMX

      Sarà uno dei soliti ballanudi fornito dalle solite cooperative. Domani lo rilasciano e gli cambiano magazzino, come al tipo che aveva fregato la roba a Monticelli e poi è stato ribeccato altrove un mese dopo…