Mercato Piacenza, ora è tempo di cessioni per arrivare a un centrocampista

Tempo di cessioni per il Piacenza: conclusa la prima fase di mercato con i colpi prioritari di Pesenti Taugourdeau (il primo ufficiale, il secondo lo sarà a breve), si pensa ora a sfoltire la rosa prima di piazzare gli ulteriori colpi in ingresso.

Si cercano, come noto, un esterno offensivo di sinistra (Di Molfetta e Zappa i nomi) ed un centrocampista interno (Foglia o Corradi) ma prima bisognerà piazzare qualche dolorosa cessione.

In difesa sono sul mercato sia Masullo che Sarzi, ma qui bisognerà anche capire come si evolverà la situazione di Masciangelo, con l’ex Siena che piace al Teramo mentre il secondo potrebbe tornare in prestito al Carpi; in odore di lasciare il biancorosso anche Bertoncini, chiuso dal nuovo modulo a due centrali da SilvaPergreffi e Bini, e Castellana, la cui duttilità tattica (può giocare esterno basso su entrambe le fasce o, alternativamente, anche al centro) può comunque venire utile alla bisogna.

A centrocampo è in uscita Carollo per far spazio all’eventuale nuovo arrivo di un mediano, il cui acquisto è comunque subordinato alla probabile cessione (a gennaio o giungo) di Masciangelo che piace ed Empoli e Carpi; da valutare la posizione di Pederzoli, ormai chiuso dal ritorno di Taugourdeau: il regista è in prestito secco dal Venezia e non sembra facile da piazzare. Su di lui l’interesse del Feralpi, anche se non è da escludere che possa rimanere come rincalzo.

In attacco ad essere sacrificato sarà il giovane Ferri, il quale sino ad ora non ha trovato spazio; rimarrà invece Zecca, pronto a ritagliarsi minuti come vice-Franchi, mentre sul centro sinistra si cerca come detto un giocatore che possa dar fiato a Corazza con in nomi di Di Molfetta (Vicenza) e Zappa (Pistoiese) tra i più accreditati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.