“Il mio negozio in crisi per colpa di Amazon”

Più informazioni su

“Ho resistito alla crisi dei consumi del 2011, non avrei mai immaginato di essere sconfitto da una realtà virtuale”.

Il Corriere.it pubblica oggi la testimonianza di un commerciante di Piacenza, che si firma Mauro, in difficoltà dopo l’avvento di Amazon e del commercio on line.

“Nel 2016 la mia attività era cresciuta del 20% grazie a una attenta gestione del rapporto con la clientela – afferma -. Ora il 2017 si chiude con un meno 9%. E il nuovo anno è iniziato anche peggio, ho dovuto licenziare la mia dipendente”.

Crescono i consumi, dice Mauro, ma per gli acquisti on line.

“Persino per i bar a Piacenza questo è stato un anno difficile: se la gente acquista su internet non va in giro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mia Romagna

    Quindi la colpa della chiusura dei negozi non è dello stato che strangola con le tasse e dei commercianti che sono vissuti sugli allori triplicando i ricarichi pdr decenni. Basta dare addosso ad Amazon ed il proprio dovere è fatto.